Questo sito contribuisce alla audience di

In questo modo io t'amo

In questo modo io t'amo:
nel più modesto dei giorni,
dal chiaro del sole
al richiamo di una lanterna.
Nel cielo e nel vuoto,
ti vedo, ti sento,
quanto io posso e pretendo.
Come chi ascolta
con fede e passione
io t'amo nel silenzio
con l'amore dei perfetti.
Sii respiro e riso,
e mano che accarezza
di tutta la mia vita!
Maurizio Evangelista
Vota la poesia: Commenta

    LontanaMente

    Sceso nel tuo acre respiro,
    lasciato alla bocca
    il piacere del mio tradimento.
    Cacciato via dalle tue mani,
    avvilito con semplicità,
    dal tuo dimenticarti chi sono.
    Recito la mia preghiera
    nella notte breve
    e una spalla accoglie il mio mistero.

    Eco non spira come il vento.
    È un rifugio perfetto.
    Eco diventa una voce:
    ecco mostrato il segreto.

    Cacciato via dalle tue mani,
    avvilito con semplicità,
    nel tuo dimenticarti chi sono.
    Maurizio Evangelista
    Vota la poesia: Commenta

      Uomo labirinto - Passante

      Non ho risposte.
      Quando l'uomo libero
      osserva il cielo
      sa cos'è il silenzio.
      La mia vita
      è come stare in punta di piedi
      a guardare
      da questo buco
      nel muro
      senza vedere nessuno.

      Ma ecco una mano amica
      che vieni dall'oscurità,
      mentre il sipario cala
      separandomi da solo
      nei pensieri dell'uomo labirinto.

      Senza timore, vorrei dire,
      senza paura,
      a te uomo, che non hai scordato,
      che la prigione è l'unico momento di vita
      che ci rende somiglianti.
      Uguali.
      Maurizio Evangelista
      Vota la poesia: Commenta

        La Vetta

        La vetta
        ripida e sinuosa
        si allontanava,
        ormai vicina.

        Alla vista
        lo spazio si schiuse,
        del tempo guadagnato,
        immaginarlo,
        era già castigo.

        Se l'eterno, il fuoco,
        ardevano il mio regno,
        quale fine avrei cercato
        senza niente?

        Questo temevo.
        Il silenzio vero.
        Quella nuova
        difficile
        ascesa...
        Maurizio Evangelista
        Vota la poesia: Commenta