Scritta da: Mariella Mulas

Spegni il lume...

Spegni
il delirio...
Vedi,
lacrime rosse
già segnano
il supplizio fatale.
Porgi orecchi alla voce del silenzio...
vedi,
urla, attonita, la tua furia.

Spegni il lume
della follia...
vedi,
già il respiro muore.
... E la mia anima, se ne va,
nel buio di una meta inconscia...
vedi,
attende però, già sublime dimensione
in ricordi d'amore.

Ma tu, resterai ancora qui...
marchiato dalle mie lacrime rosse,
il mio respiro morirà in te
mille volte in ogni istante;
la tua anima conscia avrai nel buio,
vedi,
tu continui ad esistere
già vivendo in solitudine
la tua morte.
Mariella Mulas
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Mulas

    È l'ora...

    È l'ora del cuore
    l'attimo del tuo sguardo...
    L'ora di volare
    piuma leggera di sensazioni.
    È l'ora di stellari suoni
    per danzare fragile di passione,
    l'ora del tuo respiro
    a rinfrescar labbra
    di umidi baci.
    È l'ora delle emozioni
    ai tuoi sospiri,
    alle carezze elettrizzanti la pelle.
    È l'ora che i tuoi pensieri
    siano solo miei...
    È il mio sogno di te...
    Sarà più in là
    che sonderò dubbi
    che sostano silenziosi nella mente,
    forse solleciterò risposte,
    forse ti crederò...
    ora viaggio nella follia del desiderio
    nell'ora dell'amare.
    Mariella Mulas
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariella Mulas

      Bacio

      Lieve respiro
      accarezza labbra invitanti
      e nell'attimo
      svela condivisa attesa.
      Aliti di sussurri
      catturati dallo sguardo
      inducono
      cuori all'unisono battito
      dove non esiste confine
      al volo dell'anima,
      che, libera dal costruito pensiero,
      non distacca l'abbraccio dal bacio.
      L'emozione dell'intimo atto
      scalda l'amore tra amanti,
      o, teneramente
      rinfresca gote filiali,
      o, rispettosamente,
      fronti adornate di fili bianchi
      e, ancor più, rinnova
      amichevoli sentimenti.
      ... Sei tu, sincero bacio, segno tangibile
      dell'umano trasporto,
      infinitamente grato dell'esistere altrui.
      Mariella Mulas
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mariella Mulas

        Ti aspettavo

        Ho percorso pensieri.
        Aggirato menzogne.
        Rifiutato ambigue risposte...
        Ho atteso luce
        per sorprendere ombre
        vaganti sul mio dolore.
        In silenzio ho gridato
        la mia gelosia.
        Scacciato ossessive parole
        e sulle labbra
        lasciato segni della mia angoscia.
        Poi, tu sei apparso
        e giorni di tormento
        sono diventati secondi
        già dimenticati.
        Ti aspettavo...
        dentro me...
        per bere il tuo amore
        dal calice del perdono.
        Gli occhi negli occhi
        per fissare certezze
        come catene agganciate
        a un unico destino d'amore.
        Mariella Mulas
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Mariella Mulas

          Voglio vivere

          Lasciatemi vivere
          ora che il mio cuore batte...
          Lasciate che il respiro
          ingoi l'aria
          e la mia mente assorba le sensazioni.
          Lasciatemi il tempo
          di pensare, di gioire,
          di soffrire, di amare...
          Lasciatemi, vi prego,
          l'inconscio ricordo
          del caldo suo ventre
          ed io potrò
          riconoscere tra le sue braccia
          il suo calore...
          Lasciatemi vivere
          e dal mio primo palpito
          potrò
          scontrarmi con il mio destino
          per ammansirlo con i miei desideri
          per vincere battaglie
          per piangere sconfitte...
          Voglio vivere
          Sono la vita...
          Senza me
          il vuoto del rimpianto,
          per i miei sorrisi... negati,
          per i miei occhi... spenti
          per il mio cuore zittito,
          dimorerà
          anche negli intenti
          indifferenti al mio non esserci
          è cancellerà lo scoprire
          il senso e la dolcezza
          del mio amore
          a ripagare il dolore...
          negli occhi che mi guardano.
          Mariella Mulas
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di