Scritta da: Mariella Mulas

Dimmi se

Il vento urla l'angoscia di chi soffre
o ride sguaiato dei sogni...
rumoroso, piange la solitudine
o, tra i rami, sibila per stordire il silenzio.
E il vento soffia per disperdere sconforti
o, in vorticosi mulinelli,
accumula sconfitte
nei vicoli bui dell'esistenza.
Ancora... dimmi...
un vento deciso
porta via le nubi della gelosia
o, indifferente, le addensa
costringendo il dubbio
ad avvolgere la mente.
Ti prego, è il vento che smuove i miei capelli,
o il ricordo delle tue mani...
Il suo insistente mormorio
è il pensiero della tua voce
o solo folate di rimpianto
che scuotono le persiane chiuse
del mio stanco sogno.
Dimmi è nel vento il tuo profumo?
Mariella Mulas
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Mulas

    Vorrei donarti

    Vorrei donarti scale d'infinito
    per raggiungere
    l'Olimpo dei sogni...
    Ti darei ali,
    piume di vento,
    per spaziare emozioni
    e, ad ogni palpito,
    il tuo sorriso
    darebbe più calore del sole
    e illuminerebbe
    gli antri oscuri del silenzio...
    Vorrei arcobaleni
    per vestire la tua anima di colori
    ma ho solo parole
    per invogliare desideri
    e, con i miei pensieri,
    posso offrire miraggi di certezze
    ad assecondare di coraggio
    il viaggio della tua vita,
    lastricando di fiducia
    quel sentiero che conduce solo al destino.
    Mariella Mulas
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariella Mulas

      Michael

      S'ode l'urlo
      del mondo che trema
      ormai il tuo silenzio... Michael.
      Voce, musica,
      voglia di gioventù
      nel tuo volto che rincorreva
      l'impossibile dei desideri.
      Cinquanta il tempo
      della vita per consegnarti mito
      ... Tu,
      che sei stato
      e resterai fra i miti
      nel pensiero.
      Peccatore forse
      di lustrini,
      ammaliatore d'intenti
      ma il cuore tuo no...
      Era come il nostro
      nei tempi d'ingenuità
      dove note
      si addensavano di parole
      ripetute,
      cantate, trasformate
      in inno di quei sogni
      che hai creato,
      vitali di passato
      immortali di futuro.
      Mariella Mulas
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mariella Mulas

        E cercherei

        E cercherei
        luce bianca per non accorgermi
        di ombre invadenti...
        ma lascerei che riflessi
        addolcissero ciuffi di capelli
        per accarezzare anche solo
        con lo sguardo il tuo profilo sfumato.

        E il sorriso
        coltiverei nel tuo sorriso
        per trovare spazi di gioia
        solo nell'avvertire un fiato
        che mi sfiora... appena.

        ... e gli occhi miei
        non si arrenderebbero
        alla penombra dell'incoscienza,
        ti troverebbero ugualmente
        in tutte quelle cose
        che sanno di te.

        E cercherei l'infinito
        in un solo bacio vagheggiato
        che si anima nell'immagine
        di un amore che, testardo
        solo nel mio cuore, è ancora tempesta.
        Mariella Mulas
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Mariella Mulas

          Come un sogno

          Ho sospirato
          notti buie che più veloci
          s'imbiancassero d'alba...
          ho cercato luce
          che portasse chiarore
          nei pensieri...
          Come un sogno
          ho attraversato spazio mentale
          che ha fermato il tempo
          e vi ho ritrovato quei primi sorrisi,
          quelle prime timide parole
          al gioco ridente di echi
          lasciati vagare alla brezza
          di un'età che non evocava passato...
          Ho lasciato orme
          ... ricordo
          sulla quella sabbia
          che solleticava i nostri corpi
          e che tra mani poi, impazienti,
          scivolava su ogni momento di sensualità
          tra spruzzi di mare accogliente...
          Come un sogno
          ancora m'incanto ai flussi dell'onda
          che intona sempre lo stesso canto
          e mai stanca del suo disperdersi in gocce
          ... solo lei ignara e indifferente
          della nostalgia.
          Mariella Mulas
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di