Scritta da: Marco Torre
Impalpabile velo di lacrime,
disperato intimo abbraccio,
acceca il miraggio di tanta vanità,
ripiega l'uomo sull'uomo,
la mente sul cuore,
la coscienza sul destino.

Spento è ormai l'ultimo bagliore all'orizzonte,
invisibile il faro dell'invocato scoglio,
non rimane altro
che una mappa sgualcita
ed un timone spezzato
nella nebbia d'inverno.
Marco Torre
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di