Scritta da: Blu Finch

E lucevan le stelle...

E lucevan le stelle,
e olezzava la terra,
stridea l'uscio dell'orto
e |un| passo s|fio|rava la |re|na.
Entrava ella, |fra|grante,
mi cadea fra le braccia.
Oh! Dolci |baci|, o languid|e| |carezze|,
mentr'io |freme|nte
le belle form|e| di|scioglie|a da|i| |veli|!
Svanì |per| sempre |il| |sogno| mio |d'amore|...
l'ora è |fugg|ita,
e muoi|o| disperato,
|e| muoio |disperato|!
E non ho |am|at|o| mai |tanto| la vita!
Giacomo Puccini
Vota la poesia: Commenta
    Nessun dorma, nessun dorma.
    Tu pure o principessa, nella tua fredda stanza, guardi le stelle, che tremano d'amore e di speranza.
    Ma il mio mistero è chiuso in me, il nome nessun saprà.
    No, no, sulla tua bocca lò dirò quando la luce, splenderà.
    Ed il mio bacio scioglierà il silenzio che ti fa mia.
    Dilegua o notte, tramontate stelle, tramontate stelle,
    all'alba vincerò,
    vincerò,
    vincerò!
    Giacomo Puccini
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di