Le migliori poesie di Gaetano Toffali

Responsabile commerciale - Formatore, nato domenica 24 ottobre 1954 a Verona (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Gaetano Toffali

C'è il tuo spazzolino

C'è il tuo spazzolino
Il tuo accappatoio
La molletta grande
Per fermarti i capelli
La doccia dove
Abbiamo fatto l'amore
Il letto
Il divano
Il tavolo in cucina
Le cose lasciate
l'odore di ambra
Un buco nel sonno
Dove si stava bene
a fare le coccole
e ti divertiva
Che anche dormendo
Parlassi con te

Di farci un pacchetto
La voglia è nessuna
Di portarti al letto
Che strano neppure
Ci manca illusione
Potesse durare
Ci manca il pensiero
Che tu non sei più
Dormi Gaetano
Scorri la notte
Il giorno via porta
Avanzi di te.
Gaetano Toffali
Composta nel 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Gaetano Toffali

    Ci scappa dappertutto

    Ci scappa dappertutto

    Negli sguardi forti
    Nelle mani accese
    Nei sospiri zitti
    Nei capelli, a dirlo
    Che ci ha preso forte
    Dentro fino al cuore
    Questo solamente
    Trovarsi a far l'amore.

    Che sei e lo sono
    Una timida triste
    A svelare il vero
    Dove forse esiste

    Nei tuoi occhi chiari
    Nei miei pensieri oscuri
    Nelle mani ancora
    Nel non stare soli

    L'avevo io promesso
    L'hai fatto anche tu:
    Di innamorarsi male
    Non farlo proprio più

    Ma ci scappa dappertutto
    La voglia di chiamarci
    "amore" finalmente
    E dopo vergognarci.
    Gaetano Toffali
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gaetano Toffali

      Filastrocca degli animali

      Filastrocca degli animali
      Che sono tutti un poco speciali
      Filastrocca un poco bambina
      Che parla della loro pancina.

      La mangusta quel che mangia se lo gusta

      l'iguana quel che mangia se lo sbrana
      La bertuccia il suo bere se lo ciuccia.

      Il macaco trinca come un ubriaco

      Il cardellino dopo pranzo fa il ruttino

      Al fringuello scappa spesso un venticello

      La gallina fa con calma una merdina
      La lumaca corre a farsi una cacata

      e la formica che si succhia anche le dita

      Il culetto non se lo pulisce mica.
      Gaetano Toffali
      Composta martedì 13 aprile 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di