Poesie di Francesca Genna

Impiegata, nato venerdì 26 maggio 1967 a Trapani (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Fragolosa67

Dio

Non potrai calcare le orme mie
quando vaghi per lo stesso sentiero.
L'acqua e il vento han nascosto i miei passi.

Annusa l'aria fresca del mattino
quando i fiori si aprono al calore di un raggio di sole.
Il loro profumo di me racconta.

La mia voce è il frinire dei grilli che la sera echeggia per la montagna.
Se mi rimpiangi è perché mi hai trovato in un rosso tramonto.
Sono il sole che muore e sparisce dietro un monte.

Addormentati a notte fonda in un caldo abbraccio di Morfeo
cullato nell'oblio del silenzio, ti parrà di sentire un dolce suono.
Non son io ma l'eco che nell'infinito spazio tempo, ti culla
facendoti credere che ancora esisto.

Lasciati avvolgere dal desiderio di perdermi, di non cercarmi,
per ritrovarmi all'alba quando il cielo è rosa e il mattino ti incanta.
Francesca Genna
Composta lunedì 23 settembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Fragolosa67

    Tradimento

    Quadri d'autore di vita tradita,
    dentro una trottola che gira e poi torna.
    Sogni che stridono fra il ferro e la terra
    quando fioriscono rose avanti alle viti.


    In fondo montagne di speranza
    accolgono cipressi che
    sfilano ombrando la via e...
    l'anima mia.

    Quale orizzonte mi aspetta
    tra i chiusi sipari, deserti palchi e
    speranze di nuvole che si ingrossano e
    gonfie esplodono in parchi di anime,
    fra case di tetti sbilenchi o squadrati?

    Tuoni e saette o sole che splende in altri contesti?

    Legati i piedi, ferme le mani arrese
    a rughe di parole sofferte e tremanti.
    Batte il vento colpi che sembrano stivali
    come passi di guerre perdute nel tempo
    dentro tasche usurpate da ladri di tuniche rosse.

    Trenta denari e un ulivo agli eroi.
    Francesca Genna
    Composta mercoledì 18 settembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Fragolosa67

      Lusinga d'amor poeta

      Sotto un cielo trapunto di stelle.
      Meraviglioso firmamento.
      Siam cuori che battono versi audaci
      ma tu veramente ci credi?
      Son tante le donne ai tuoi piedi
      ed io resto sospesa, a cavallo dei tuoi versi.
      Miraggio d'amore, lusinga purissima
      che mi accarezza e...
      arrossisco al pensiero di un bacio
      come un timido essere e
      non so che rispondere
      ai tuoi versi lusinghieri.

      Amo danzare sulle punte,
      sotto cieli stellati
      così sempre posso il mio volo spiccare,
      a meno che tu
      ballerino più di me
      mi freni per la cinta e,
      mi ancori a terra
      per non farmi scappare.

      Finito è il tempo degli inganni di cuore
      ma all'apice è la frivolezza leggiadra
      che sprizza dai miei occhi e
      mi fa aleggiare il cuore.
      Anch'io son poeta e amo e baro.
      Non mi tentar o verrai pietrificato.

      In me, nulla è da scoprir che non fu già scoperto.
      sorrider mi fai per il tuo bramar la mia conoscenza.
      Non cedo di consueto alle lusinghe ma,
      dai versi tuoi mi lascio vezzeggiar ed indietreggio.
      Sognami in notti tempestose volando con la mente
      come Pindaro, sui versi miei più belli.
      Fai che goccioloni grossi di emozioni
      cadano prepotenti nel tuo cuore e,
      lascia che evaporino al mattino,
      con i primi raggi di sole.
      Arrivederci allor amato mio
      al prossimo verso e mi raccomando:
      non dirmi addio!
      Francesca Genna
      Composta venerdì 6 settembre 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Fragolosa67

        Come un grande amore

        Grido piano e sussurro il tuo nome:
        Speciale carezza che
        graffia e fa male eppure,
        sei importante.

        Dolcissimo amore
        il mio cuore lusingo
        annega nel ricordo
        del tempo sopito.

        Legati per sempre,
        lontani uno spazio infinito
        guardiamo distanti
        cercandoci sempre in un cielo stellato
        o in un campo di grano.

        Io e te
        come cielo e mare
        come luna e sole
        come un grande amore.
        Francesca Genna
        Composta lunedì 15 luglio 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Fragolosa67

          Pietro

          Labbra di fragole
          in occhi di terra grassa,
          scura d'onde collinose.
          Fattezze dolci da amare.

          Bianco è l'incarnato
          accarezzato senza fine.

          Tanti i momenti che rimangono scolpiti
          in quadri incorniciati dal tempo.

          Noi due:
          Pittori per tele di vita.
          Destini che si cercano in un soffio d'avventura
          lunga un ricordo o una caduta.
          Francesca Genna
          Composta lunedì 15 luglio 2013
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di