Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Domenica Borghese

Nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Domenica Borghese

Lettera a Irene.

Stavo camminando sulla riva dei ricordi e ho trovato te, amica rara,
lo sai che un'amicizia non vera sarebbe naufragata,
affogata nel mare del tempo, nella tempesta del niente.
Oggi hai trovato il modo di occuparmi i pensieri, sfogliarli,
ti tengo compagnia con queste parole
e una promessa si compie per caso.
Io, vado sempre più d'accordo coi miei momenti di solitudine,
ho imparato ad amarla, non mi delude,
e in mezzo agli altri do quel che posso.
Ci si inventa ogni giorno un pensiero, un'idea,
un punto di vista differente,
un pizzico di creatività folle nel risveglio di ogni giorno
serve a vivere e a ridere degli inganni, della falsità,
delle maschere e delle assurdità.
Conosco la tua allegria è sempre stata sincera,
tranne quando devi nascondere qualche tristezza o dolore.
La tua fragilità è stata spinta a terra
e qualcosa adesso è cambiato,
ti immagino rapita nei tuoi pensieri,
i sentimenti fanno a pugni e piove dentro te.
Rido raramente ma con cuore sincero,
mi provocherò un solletico mentale
che arrivi fino all'anima per farla sorridere,
e mi prendo in giro da sola, proprio come te,
chiudo la finestra, apro la porta,
esco fuori e grido in faccia al mondo che non cambia:
"Caro mondo io ti metto al muro; chiama finché vuoi, io non mi giro,
ti lascio lì, come un chiodo arrugginito appeso al muro".
Cara Irene, tu sei rara, proprio come la pace di cui porti il nome,
col sorriso sulle labbra bacio la vita, come mi hai insegnato tu.
Domenica Borghese
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Domenica Borghese

    Signore, io non so fare tante cose

    Signore, io non so fare tante cose,
    per questo motivo affido a te ogni parola,
    azione, risposta, opera, abbraccio, sorriso, carezza, lacrima
    e preghiera che non ho saputo dire, donare, accogliere, asciugare, e fare.
    Tu non Stai fermo mai e con questa certezza nel cuore
    so che disporrai al meglio quello che io non sono riuscita nemmeno ad iniziare
    o a finire a causa della mancanza di aiuto e di difficoltà
    che il mondo mi ha messo come ostacoli.
    Gesù ripara ciò che ho rotto,
    finisci ciò che ho iniziato,
    inizia quello che Tu vuoi io continui,
    affinché ogni cosa sia messa a posto nella Volontà di Dio Padre.
    Amen.
    Domenica Borghese
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Domenica Borghese

      Ispirazione a San Paolo della Croce.

      Prima strofa:
      Paolo camminava i suoi passi nella vita.
      Dio lo scelse con grazia paterna
      per servire con amore e umiltà
      la Passione del Figlio Suo.
      Egli disse si alle Sante Piaghe
      di Gesù sulla Croce.

      Primo ritornello:
      S'inabissò nella Passione di Nostro Signore.
      Assaporò il miele del Divino Amore.
      In silenzio e solitudine,
      in preghiera e povertà,
      abbracciò la Croce di Nostro Signore.

      Prima frase di San Paolo:
      "Io so che, per misericordia del Nostro Caro Dio, non desidero saper altro, né gustar alcuna consolazione, solo che desidero d'esser crocifisso con Gesù".

      Seconda strofa:
      Quanta bellezza su quel monte!
      La penna sul foglio scorreva veloce
      come se un Angelo gli dettasse le parole.
      Si vide in spirito con una veste nera,
      sul petto una Croce bianca
      e sotto le iniziali del Cristo Salvatore.

      Secondo ritornello:
      S'inabissò nella Passione di Nostro Signore.
      Assaporò il miele del Divino Amore.
      In silenzio e solitudine,
      in preghiera e povertà,
      tramandò la Regola della Santa Passione.

      Seconda frase di San Paolo:
      "Noi professiamo, con voto, rigorosa povertà. Staccàti e spogli da tutto e da tutti: dal mondo, dalla roba, da sé stessi!.

      Terza strofa:
      Nel mondo si fece amico di briganti e banditi;
      aiutandoli a metter le ali che innalzano a Dio.
      Con un sorriso e in fraterna comunione,
      con viva Fede faceva guerra all'inferno,
      testimoniando la parola che il Buon Dio gli rivelò.

      Terzo ritornello:
      S'inabissò nella Passione di Nostro Signore.
      Assaporò il miele del Divino Amore.
      In silenzio e solitudine,
      in preghiera e povertà,
      abbracciò la Croce di Nostro Signore e
      tramandò la Regola della Santa Passione.

      Terza frase di San Paolo:
      " Amiamo il prossimo in Dio. Amiamo Dio nel prossimo".
      Domenica Borghese
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Domenica Borghese

        Pregare è...

        Pregare è anche:
        ricordarsi di chi si dimentica di te,
        il bicchiere d'acqua dato a chi ha sete,
        il pezzo di pane dato a chi ha fame,
        un vestito dato a chi è nudo,
        la carezza sul viso,
        l'abbraccio dato e ricevuto,
        l'umiltà che sorride alla presunzione,
        la fiducia che abbandona lo sconforto,
        la speranza che sveglia i desideri,
        le lacrime che piangi e quelle che trattieni,
        il sorriso da donare o ricambiare,
        un no detto per il bene,
        amare nella semplicità di un si.
        Domenica Borghese
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Domenica Borghese

          Libertà.

          Non ascolto i consigli delle stelle,
          non credo nei proverbi,
          non ho scelto mai a caso,
          non affido ad una moneta ciò che posso decidere.
          Esco dalla stazione, non aspetterò nessun treno,
          cammino la mia strada, mi fermerò solo per bere, mangiare,
          dormire, sognare, pensare,
          e parlare con la gente che ha sul viso i segni della vita,
          dentro gli occhi i desideri, nei sorrisi la gioia,
          nelle lacrime le preghiere, tra le mani la libertà.
          Ognuno è padrone di sé stesso,
          ognuno è padrone della propria casa,
          ognuno è un dono da incontrare, accogliere, conoscere, e scegliere di amare.
          Domenica Borghese
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Domenica Borghese

            Io sono...

            Io sono ciò che sento, penso, scrivo, faccio, agisco, dico, indosso.
            Sono le scelte che ho fatto e le occasioni che non ho accolto.
            Sono le ragioni per cui piango e quelle per cui rido.
            Sono la forza di non arrendermi mai o la resa se è meglio lasciare andare.
            Sono i silenzi che scelgo di far parlare al posto mio quando non vengo ascoltata né capìta.
            Sono il suono dei miei passi che si allontanano se mi mandi via.
            Sono l'assenza ubbidiente che rimane in disparte.
            Sono la mia presenza accanto a te, se tu lo vuoi.
            Domenica Borghese
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Domenica Borghese

              L'amore di Dio

              Senza Dio non possiamo vivere!
              Senza i consigli di Gesù non sappiamo vivere.
              Senza l'unione tra persone non possiamo costruire.
              Senza il rispetto del nostro pianeta, la Terra si ammala.
              Senza la fede non c'è speranza.
              Senza speranza non sappiamo più sognare.
              Senza sogni da realizzare diventiamo inutili e sterili.
              Senza il coraggio di testimoniare l'Amore di Dio
              sarebbe come essere morti in questa vita.
              Siamo noi che dobbiamo diventare i suoi piedi,
              le sue mani, i suoi occhi, la sua voce, il suo sorriso,
              i suoi sogni realizzati nella nostra vita!
              Domenica Borghese
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Domenica Borghese

                Sabbia nel vento

                Vivo nel silenzio in cerca di parole,
                sperando poi che il tempo le rubi e le porti a te.
                Ora ho capito, quello sguardo innamorato,
                era solo il mio.
                Quanto amore dentro al cuore.

                Tu sei passata da qui come sabbia nel vento,
                se adesso vai via, fai pure anima mia.

                Non posso più andare oltre i tuoi silenzi
                che inevitabilmente mi parlano di te.

                E lasciano il ricordo, di una notte senza stelle
                e di un cielo senza noi.
                Quanto vuoto dentro al cuore.

                Non voglio ascoltare inutili parole,
                non voglio litigare come il vento con le foglie.

                Tu sei passata da qui come pioggia d'estate
                sulle onde del mare che ti sta portando via.
                Via da me.
                Domenica Borghese
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Domenica Borghese

                  Anima silenziosa

                  Mi affaccio alla finestra del tempo
                  ascolto la tua voce che non tace,
                  Chorus: insensibile.

                  Ricordi che provo a spolverare
                  l'acqua non riesce a lavare,
                  Chorus: impossibile.

                  Quell’immagine silenziosa di te
                  ha costruito la sua dimora in me.

                  Grazie anima silenziosa,
                  testimonianza preziosa
                  mi hai preso per la mano.


                  Si è aperto un nuovo varco alla vita
                  che alle occasioni ci invita,
                  Chorus: uh uh uh uh uh

                  Resto qui fermo in sospeso
                  abbraccio chi da sempre ho atteso,
                  Chorus: uh uh uh uh uh

                  Il futuro cresce con noi,
                  il nostro mondo sarà come tu lo vuoi.

                  E sarò lì con te,
                  senza volto né età,
                  un riflesso di luce nell’oscurità.
                  Domenica Borghese
                  Vota la poesia: Commenta