Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Domenica Borghese

Nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Domenica Borghese

Insonnia d'amore

Non dormo,
pensarti mi tiene sveglia.
Sono felice perché
tu non sei un sogno,
tu esisti davvero.
Sei la mia insonnia d'amore
che ogni notte
mi tiene compagnia
e non mi lascia mai sola
nell'attesa di te,
dei tuoi occhi nei miei,
delle tue mani nelle mie,
delle nostre labbra
che sfiorandosi
prenderanno il posto delle nostre parole.
Domenica Borghese
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Domenica Borghese

    La mia scelta sei tu.

    Ho fatto la mia scelta,
    sei tu.
    Questa è la pura verità.
    Ti chiedo il permesso
    di lasciarmi desiderare;
    se non sarà realtà ma illusione
    la delusione sarà solo mia
    a me apparterrà la colpa.
    Ho scelto te
    questa è la mia volontà
    più forte di me
    contro cui non lotterò;
    la lascio libera di vivere
    e di amare te.
    Domenica Borghese
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Domenica Borghese

      Miracolo d'amore

      Non so se sto facendo uno sbaglio
      ma spero sia quello giusto
      perché so che sono innamorata
      di un'anima speciale
      i cui occhi
      non hanno mai guardato nei miei.
      La musica
      è il mezzo di cui Dio si è servito
      per farci trovare.
      Tu sei il miracolo che
      ho desiderato accadesse nella mia vita,
      quel miracolo
      per il quale ho pregato preghiere e lacrime;
      se il mio cuscino potesse parlare
      te lo direbbe lui.
      Io sono malata d'amore,
      tu sei la mia cura;
      sei tu il mio respiro,
      miracolo d'amore.
      Domenica Borghese
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Domenica Borghese

        Pensi di poter conoscere il senso di tutto?

        Pensi di poter conoscere il senso di tutto?

        Sai con certezza che cosa vivo dentro di me?

        Puoi forse chiedere alla speranza perché ha fede e crede?

        Sai forse se un fiore vuole essere tirato via dalla terra?

        Sai capire cosa sente un fiume che nasce da un monte
        quando si butta nel mare?

        O credi di sapere cosa prova l'aria quando si scatena un temporale,
        mentre un fulmine si fa sentire col tono del suo tuono?

        Puoi forse chiedere al sole, alla luna e alle stelle
        se hanno dei desideri da realizzare?

        Se raccogli una pietra, e la riponi piano, non puoi farti male;
        se le dai un calcio senti il dolore, ma non prendertela con la pietra.

        Una nuvola, la neve, un raggio di sole, non fanno rumore,
        e nemmeno il tuo cuore,
        eppure batte dentro di te senza conoscerne la ragione.

        Puoi forse chiedere al tempo di darti ancòra vita
        o chiedere ad essa di darti altro tempo?
        Così è la vita, un semplice respiro cullato da un palpito;
        vivi perché ci sei adesso, vivi perché sei vivo ora.
        Si nasce nella vita tra un gesto d'amore e una richiesta di perdòno,
        per poi tornare tra le braccia dell'Eterno.
        Domenica Borghese
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Domenica Borghese

          Anche il futuro è un ricordo del passato

          Anche il futuro è un ricordo del passato;
          quel futuro che desideravo ma non si è realizzato
          se non solamente qualche volta nei miei sogni,
          quelli che ho smesso di sognare
          perché la realtà è andata in un'altra direzione,
          rapendo quel futuro che desideravo, ma non si avverò.
          Ora però sorrido!
          Non esistono solamente le mie scelte e la mia volontà;
          lascio le parole in pausa, i pensieri in riflessione,
          sembrerà che me ne frego
          e invece vivo all'ombra della luce,
          tra le braccia della solitudine,
          cullata dal canto del silenzio,
          sotto quest'immenso blu brillante
          a vivere la vita.
          Domenica Borghese
          Vota la poesia: Commenta