Scritta da: Dino Di Girolamo

Il mosaico

Una storia diventa speciale,
quando entrambi si privano
di pezzetti di loro stessi,
per farne dono l'uno all'altro...
Io vedo le persone come dei mosaici...
Fatte di tanti pezzetti...
Tutti avuti in regalo
dalle che persone
che loro stesse hanno conosciuto...
Ciascun pezzetto,
è colorato in modo diverso...
Il tempo passa...
E il mosaico cresce...
Un po' alla volta si completa...
S'arricchisce...
Poi ci può essere una svolta...
Improvvisamente il mosaico,
può assumere una decisa tonalità
verso un colore predominante
su tutti gli altri...
Una persona è diventata predominate
fra i colori del mosaico...
Qualcuno di speciale entra nella tua vita
E tu l'accetti...
Il mio mosaico è bellissimo...
È fatto di tanti pezzetti colorati...
E poi ci sono le ultime pennellate...
Quelle che hai dato tu...
La tua impronta è indelebile
nel mio mosaico...
Lo guardo... il mio mosaico...
E lo vedo bello, pur nella sua sofferenza...
Così deve essere...
È giusto che sia così...
È la vita...
È l'amore...
Dino Di Girolamo
Composta sabato 26 novembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Dino Di Girolamo
    Scusami se sono sempre un po' in ritardo ma ho una sveglia dentro ormai ferma già da un anno
    Scusami se sono sempre un po' bambino e invidio le farfalle perché volano lontano
    Scusami se grido, ma guarda bene tremo ho un alibi di gomma che io gonfio a fiato pieno
    Scusami se rido mentre fuori piove ma ti senti meno solo se anche Dio sta male
    Scusami se sono troppo riflessivo davanti a un bel tramonto sai che dopo un po' mi annoio
    Scusami è vero che un poco mi rilasso se parli dei tuoi amici io sbadiglio e poi collasso...
    Scusa è proprio vero per una rima uccido racconto mille storie di un buffone mai sincero
    Scusa hai ragione ripetimi il tuo nome lo scriverò in note perché suona proprio bene...
    No, lei non lo sa... no, lei non lo sa... domani vedremo si domani vedrà...
    Ma penso sia normale sentirsi un po' più spenti quando la fiamma cade e ti resta il mal di denti
    ché hai masticato ore di pensieri e libertà dentro una canzone che neanche sentirà...
    e pensi che la notte sia solo un'illusione milioni di pensieri sciolti orfani del sole dimenticati in cielo da un folle che non dorme cadono all'alba e il giorno li raccoglie.
    Dino Di Girolamo
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di