Scritta da: Massimo Sposato
Aspetto tutto il giorno che la notte sia matura, quando si aprono i portoni del silenzio, e per magia tutti i sogni iniziano a parlare.
Mentre i desideri prendono forma lasciando cadere per qualche ora le vesti di fantasmi, sconfinando nella libertà più totale limitandosi di non varcare in quella altrui.
Anime che volano come se si fossero liberate dalle catene dell'eternità, e tutti sembrano fantasmi mentre le finestre diventano occhi spenti che dormono nel silenzio più totale, nell'attesa che si aprano i portoni dei palazzi ed il sole cuoce le aiuole dei giardini allagando invadente le stanze di tutto il mondo.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Francesca Nacca
    Agghiacciante l'atmosfera:
    un silenzio pesante,
    un silenzio che sembra dire fin troppo.
    Un silenzio a metafora di assenza, di mancanza, di un niente che c'è,
    è da me orrendamente percepito.
    Ho paura di me stessa,
    che consapevolmente mi accorgo e sommessamente accetto.
    Sento dentro il nodo stretto ed insolubile che vorrebbe dissolversi lacrima dopo lacrima;
    Ma sono stanca,
    non ho la forza per abbandonarmi a ripetuti sussulti,
    sinonimi di un pianto che non giova.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di