Scritta da: Per Francesca

Inganno

Vorrei davvero essere come tu mi vedevi
l'autore di tutte le canzoni che ascoltavi
il pittore di quei dipinti che guardavi
l'albero dei frutti che coglievi

pensavi che ero il più grande
credevi che fossi il più forte
ti sentivi al sicuro...

poi all'improvviso hai dovuto
perdere l'ingenuità di bambina
convivere con la paura e la malattia
senza riuscire più a correre
disegnare scrivere... ridere

i tuoi occhi splendenti sono diventati tristi
mi scrutavi cercando una spiegazione
chiedendomi aiuto!

Ma nel mio cappello da mago non ho trovato le risposte
con il mio costume da clown non ho scacciato le tue paure
ti sei così accorta che, anche per quanto potessi amarti,
non ero io che scrivevo e cantavo tutte quelle canzoni.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di