Scritta da: Laisa

Voglia di evadere

Guardo la porta di casa mia
le stesse scale, la stessa via
persone passano, sorrisi spenti
ma ti salutano, sono momenti
ti guardi intorno non vedi niente
però in realtà c'è tanta gente
gente che guarda, gente che sente
pensieri esplodono nella tua mente
le circostanze sembrano facili
ma sono vie che si spezzano gracili
vorrei evadere da questo posto
dal cielo nero come l'inchiorstro
fuggire da questa monotonia
cullarmi nella fantasia
in sciocchi sogni del mio passato
che con il tempo ho abbandonato
dicono che la speranza sia infinita
ma io non vedo via d'uscita
ed io mi sento incatenata
forse vorrei soltanto essere amata.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: betulla65

    Oltre

    Il volo dei gabbiani sorvolando onde in burrasca
    oltre il luccichio del sole che specchia sull'acqua
    all'orizzonte una linea scura a limitare l'oltre
    che pare finire allo sguardo.
    Ma nella mente l'oltre non si ferma
    va oltre il pensiero va oltre lo sguardo
    le stesse onde s'accorgono e indietreggiando
    lasciano spazio alla sabbia dorata e bagnata come
    a fare da cuscino al luccichio dell'oro che riflette.
    Vanno oltre i profumi di un inverno che lascia
    i gabbiani al loro destino
    al loro mondo finalmente incontaminato.
    vanno oltre i pensieri che si accontentano
    dei ricordi di una stagione di vita.
    Anonimo
    Composta venerdì 4 gennaio 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di