La scatola delle parole segrete

Ho tolto il libro da dov'era,
spostandolo di poco,
ho soffiato sulla polvere,
era polvere d'incenso.
Ho messo il libro al suo vecchio posto,
colmando un vuoto di anni.
Ho messo in ordine le tue cose,
solo le tue,
le mie non sono più qui da tempo,
mi sono sdraiato sul letto ed ho chiuso gli occhi,
... solo per un po'...
Alexandre Cuissardes
Composta sabato 9 giugno 2012
Vota la poesia: Commenta

    Ottanta o giù di lì

    Le mie orecchie un po' sorde tollerano appena la tua voce,
    i miei occhi si soffermano solo sulle tue rughe.
    Contiamo gli anni passati insieme,
    ognuno col suo pallottoliere,
    e ci interroghiamo con la mente su quelli che restano,
    ognuno sperando di arrivare secondo,
    dopo l'altro.
    Parliamo male della televisione,
    ma la benediciamo in silenzio,
    l'amante di entrambi.
    Alexandre Cuissardes
    Composta sabato 9 giugno 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di