L'anestesia del prima

Ed arriva il giorno in cui alzi le braccia
ti arrendi
ed apponi la firma sulla condanna alla tua agonia,
in cambio di morte certa ed indolore
avrai occhiali che filtrano tutto,
sensibilità diversa,
perderai la voglia di lottare,
troverai pero la svogliatezza
che ti farà evitare di leggere le raccomandate,
di parlare con gli avvocati,
vedrai le persone in modo diverso,
spesso ascolterai senza sentire,
il tuo contratto a termine con la vita
farà il suo corso.
Alexandre Cuissardes
Composta domenica 19 agosto 2012
Vota la poesia: Commenta

    Lo spiego a me

    Per la parola data
    e non onorata,
    per quella non data
    e che non mi è stato chiesto di onorare,
    per il viso vecchio e sfinito che vedo allo specchio.
    Per quel bagno che puzza di piscio
    appena dietro ad una piazza monumentale,
    per ciò che mi vedo scritto in faccia.
    Per tutto ciò che mi hanno cancellato,
    tolto.
    Per i segni di frusta sul corpo,
    il tuono che mi tiene sveglio la notte,
    per questo e tanto altro che la fretta non mi consente di dire,
    per tutto questo,
    faccio a me ciò che meriterebbero altri
    perché non ho da perdonare.
    Alexandre Cuissardes
    Composta sabato 18 agosto 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di