Scritta da: Alex

Mamma

Mamma torna da me
adesso che arriva Natale

stammi vicina anche soltanto un'ora
così mi sentirò meno solo

ho bisogno che mi rassicuri
passandomi le mani tra i capelli
come facevi quando ero bambino

raccontami ancora una di quelle storie
in cui ero il tuo eroe
quando niente e nessuno
avrebbe potuto separarci
... torna...
Alex Pramix
Composta domenica 22 dicembre 1991
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alex

    La gente

    Parla la gente sparla
    senza dire nulla
    solo parole vuote che riempiono la bocca
    che giudicano e condannano
    il più delle volte senza nemmeno sapere
    di che cosa stanno parlando

    Frotte di bigotti, falsi e ipocriti
    con una vita straboccante di parole
    giacché non si rendono conto
    che altra gente sparla e li giudica
    allo stesso modo con cui loro criticano gli altri
    una lunga catena infinita
    piena zeppa di bla bla bla

    Parla la gente sparla
    senza seguire una logica
    come se blaterassero di se stessi
    di esistenze fondate sulle parole
    che neanche il vento ha voglia di ascoltare.
    Alex Pramix
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alex

      Ho

      Ho inseguito sogni
      sparso i miei pensieri
      sfiorato il cielo
      e conosciuto l'inferno
      temuto di perdere
      senza aver provato a vincere

      Ho trascorso notti insonni
      a lottare contro gli incubi
      preso a pugni i muri
      per scaricare la rabbia
      come un albero piegato dal vento respirato la polvere

      Ho cercato nel sole
      il calore perduto
      implorato alla luna
      d'illuminare la mia anima
      e quando mi sono reso conto che il passato non si cambia

      Ho deciso di affrontare il futuro.
      Alex Pramix
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alex

        L'alba

        Mentre mi accingo a scrutare l'alba
        una leggera brezza mi crea sollievo,
        il profumo inebriante della natura al suo risveglio
        è qualcosa di impagabile e poterne assistere di persona
        mi regala una serenità di cui vorrei cibarmi durante lo scorrere della giornata
        il cinguettio degli uccelli e il rumore di un ruscello in lontananza
        mi fanno finalmente sentire in pace con il mondo
        oggi non ho voglia di lottare contro vecchi fantasmi
        ma desidero farmi trasportare come in un sogno
        verso quella quiete che regala il sole mentre i suoi raggi
        si riflettono sulle onde di un lago colorandolo di vita.
        Alex Pramix
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di