Poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Non riesco più

Non riesco più a scrivere
sembra che non abbia più le mani
La mente si contorce
a quelli che potrebbero essere i pensieri
di oggi di ieri
Sembra tutto addormentato
come se qualcuno avesse volutamente chiudere questo cassetto della vita
Sto cercando di guardare oltre quello che è stato ieri, ma nulla ricordo
Tutto vien fuori a virgole, puntini qua e la
non mi riconosco nel mio ieri.
A volte mi son detta No!
Quella donna non sono io!
Poi qua e la piccoli appunti, che rivestono la mia caligrafia
Mi metto le mani in faccia e grido Mamma mia ma chi ero io!
Non riesco più manco a guardarmi
Ma cosa ho fatto del mio fardello di vita!
Una grossa ipocrisia.
Ada Roggio
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Sogna

    I sogni non devono mai smettere
    cominciamo a sognare
    quando siamo nel grembo materno
    Viviamo di sogni e speranze
    I sogni
    sono il frutto della nostra anima
    del nostro cuore
    I sogni sono scolpiti in ognuno di noi,
    ci lasciamo accarezzare ogni notte
    lasciamo che diventino realtà
    Non lasciar cadere la tua mente
    a un infinito oblio
    Sii serena, il tuo rivolgerti a me
    mi da forza di credere che qualcuno oltre questo muro c'è
    In te tanto amore da dare
    e da ricevere
    Guardati allo specchio,
    ammirati
    guarda dentro te
    quanto di bello e di vero
    hai ancora da dare
    ti assicuro
    è immenso
    Continua a sognare
    non potrà rubarli nessuno
    Sogna.
    Ada Roggio
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      La Befana

      La befana questo mese
      gira intorno per il paese
      Va tra monti e mare, e fiumi
      Ha con se un sacco pieno di dolci e di profumi

      Viaggia in groppa alla sua scopa
      gira gira
      mai si adira
      Si infila nelle case nei caminetti
      I bambini sanno che lei verrà hanno esposto le loro calze che lei riempirà
      Di dolci o di carboni per i bimbi
      cattivi o buoni
      Ma lei in realtà la sua mano infila lesta anche se vecchia brutta ma onesta
      un dono vuole lasciare per poi
      l'anno dopo ritornare.
      Ada Roggio
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di