Le migliori poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Vittime

Essere vittime
Strano
Ma
Vero
Lo si diventa senza accorgersene
Lentamente, quasi per un incanto dannato
La tela intersecata è così sottile che non si riesce a scrutare l'orizzonte
Sembra che chi ti stia dando la sua mano sia il tuo benefattore ma in realtà tu sei la sua benefattrice la sua preda, la sua vittima designata
Troppo tardi ti vien detto quando vuoi liberartene
Ma io nulla sono quando sono venuta al mondo e nulla voglio essere ora
Rivoglio la mia dignità
Vittime designate di un sopruso
Maledetto dal principio alla fine
Rivolto la terra che mi avvolge sento quello strano odore di polvere
Che presto diventerà la carne.
Ada Roggio
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di