Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Lucio Fabbri

Vuoto

Vuoto, spazio infinito, indefinito modo di essere.
Annullare, cancellare, modificare se stessi.
Situazione astratta, di ciò che sono, di ciò che faccio.
Non vederti, non sentirti, allontanarti, non serve a cancellarti.
Il ritmo dei giorni, che passano lenti, portano ricordi, rimpianti, tormenti.
Il tempo può curare, ma non fa guarire.
Così il tuo nome torna, come tornano le stagioni e il mio pensiero va, in un volo di gabbiani.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Lucio Fabbri
    Ha partecipato al concorso
    #IORESTOACASAeSCRIVO

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti