Le migliori frasi di Klara Erzsebet Bujtor

Nato a Keszthely (Ungheria)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Diario.

Scende la neve con fiocchi grandi, grandi,
un bel Natale sta per arrivare
e siamo tutti più buoni,
ma la dolce festa oggi è più amara,
bombe di là
bombe di qua,
mille luci accecanti,
occhi dispersi nella cenere,
e in quell'aria inquietante
per la pace il cuor sospira.

Scende la neve con fiocchi grandi, grandi,
lupi affamati ululano guerra,
perché quest'odio grande
quando siamo tutti fratelli,
e tocca a noi un pezzo di pane,
una brocca di felicità.

Scende la neve con fiocchi grandi, grandi
e fiocco, fiocco si avvicina
il buon vecchio Natale.

Auguri di Buon Natale!
Klara Erzsebet Bujtor
Composta martedì 1 dicembre 2015
Vota la frase: Commenta
    Anno nuovo

    Tic... tac... tic... tac...
    Udite il ticchettio del tempo,
    che passa eguale,
    e a passo a passo avanza nell’infinito,
    che i preti chiamano Paradiso,
    è l'eterno firmamento luminoso,
    o L'inferno,
    è il fuoco diabolico nelle tenebre.

    Vorrei rallentarlo, e tardare l'incerto futuro,
    e ancor non oltrepassare il margine rosso
    dell’ultimo crepuscolo, e sparire nella notte
    senza luminose stelle.

    Un altro anno sta andando nel passato,
    mentre il presente si briga nel futuro,
    il nuovo anno misterioso è imprevedibile,
    e tutto può accadere, e nulla può succedere,
    finire a metà, o trascorrere intensamente
    con desideri e sogni avverati.

    Vivo il presente sonnambula,
    non sono né nel passato, né nel futuro,
    ma nell'illusione del presente
    che svanisce nel passare tempo.

    La vita è un viaggio assai breve,
    tra la nascita e la morte
    e nel mezzo al cammino
    c'è la esasperata ricerca della felicità, e serenità,
    che si perde nel passato
    e il futuro diventa presente,
    che duole del passato,
    e teme del domani.

    E ancora...ancora
    tic...tac ...tic... tac...
    fanno rumore i passi delle ore,
    lasciamo camminare,
    il destino lo sa,
    quando fermare.
    Klara Erzsebet Bujtor
    Composta lunedì 29 dicembre 2014
    Vota la frase: Commenta
      Otto marzo, sono seduta nella penombra dell'imbrunire, nella comoda poltrona di nonno, abbracciata di ricordi, guardando fuori dalla finestra ammirando la magnifica mimosa, che stava fiorendo, mille minuscoli soli, nel blu oscurato, sfavillanti, come erano gli occhi di quelle donne sfortunate, quando le fiamme le hanno inghiottite. Oggi festeggiamo l'essere donne libere, che abbiamo il coraggio di lottare e cambiare il mondo. Auguri donne, amor di Dio!
      Klara Erzsebet Bujtor
      Composta venerdì 21 febbraio 2014
      Vota la frase: Commenta
        Perché mi dite di non mangiare la carne quando suonano le campane,
        quando Cristo è risorto?
        Quando la tigre mangia la gazzella
        Il lupo l'agnello,
        la volpe la gallina,
        il gatto il topo
        i vermi i nostri corpi senza vita, e
        anche l'anima vuol essere catturata
        con l'allocuzione di preti e politici,
        e ci resta di cacciare ed essere cacciati,
        perché il mondo è stato creato
        da uno squilibrato.
        Anche i poeti che scrivono sublimi
        odi alla vita ed all'amore,
        e i cristiani che dicono preghiere
        prima di infilzare la forchetta nella carne,
        d'una vita preziosa, sprecata
        per il vizio del palato.
        Klara Erzsebet Bujtor
        Composta sabato 23 aprile 2011
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di