Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Carlo Peparello
Al di là del vetro appannato, dove fuori giace il manto candido, a Natale non mi vergogno di sperare in ciò che non ho mai visto. Cedo alle lusinghe della fantasia e mi faccio scaldare dal camino acceso e dai sogni di bambino, aspettando il signore dei doni. A Natale non sono me stesso e ne sono fiero. Mi faccio rapire dai buoni propositi, dalla bontà di coloro che mi circondano e dai profumi del cibo. Auguri a chi respira il Natale come fosse l'ultima occasione per rinascere migliore.
Composta lunedì 4 novembre 2013

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Carlo Peparello
    Ha partecipato al concorso
    Pensieri Parole per Natale 2013

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti