Frasi Telefilm - migliori


- Seth: Guardi quel coniglio e ti immagini un bambino, vero?
- Summer: Scusa se ti ho abbandonato nel deserto.
- Seth: Me lo meritavo. Comunque sia ho trovato una cosa che potrebbe interessarti.
- Summer: Oh mio Dio!
- Seth: Ma prima voglio dirti una cosa. Quando ho capito del test di gravidanza, non c'ho capito più niente. Ho pensato che sarebbe cambiato tutto, ma poi Ryan mi ha chiesto se avrei potuto immaginarmi una vita senza di te. E ho capito che la risposta era "No.
- Summer: Sono proprio incinta, vero?
- Seth: Non lo so.
- Summer: Che intendi con "Non lo so"? C'è scritto qualcosa con l'inchiostro invisibile?
- Seth: No, ma ti renderà la mia fidanzata.
- Summer: Cosa? Sei pazzo?
- Seth: È possibile, ma di questo sono certo.
- Summer: No, Cohen, non possiamo...
- Seth: Certo che possiamo. Siamo adulti, non abbiamo lo stesso dna.
- Summer: Ma...
- Seth: Devi soltanto volerlo. Io lo voglio.
- Summer: Non pensi che prima dovremmo guardare il test?
- Serh: Vuoi passare il resto della tua vita chiedendoti se ti ho sposata perché eri incinta? Lo sto facendo perché ti amo e voglio passare tutta la vita con te.
- Summer: Lo sai che una volta fatto non possiamo tornare indietro.
- Seth: Lo so. Summer Roberts, vuoi sposarmi?
- Summer: Si, voglio sposarti!
- Seth: Ok.
- Summer: Ok, allora... Possiamo guardare il test, ora?
- Seth: Certo. Vediamo cosa ha in serbo il futuro per il signore e la signora Cohen.
- Summer: Quante barre ci sono?
- Seth: Una, che significa?
- Summer: Una, significa... che non sono incinta. Non sono incinta, non è giusto festeggiare?
- Seth: No, ti prego, ti prego... Almeno non sarà un matrimonio shoccante, sarà un matrimonio normale.
- Summer: Certo. Io e te saremo sposati normalmente.
- Seth: Ci abbracciamo?
- Summer: Ok.
- Seth: Ok.
Seth Cohen (Adam Brody), Summer Roberts (Rachel Bilson)
dal film "The O. C." di Serie TV
Vota la citazione: Commenta
    Scritta da: Stellina96
    - Eva: sei tornato presumo.
    - Marco: già.
    - Eva: beh bentornato.
    - Marco: ma io sono tornato per te... gliel'ho spiegato anche a loro.
    - Eva: la prossima volta magari fai uno squillo.
    [Marco la ferma]
    - Eva: che cosa vuoi?
    - Marco: non hai capito... gli ho appena spiegato che nonostante tutte le mie paure... nonostante Londra... nonostante tutto, io sono tuo... e non posso impedirmi di esserlo!
    - Eva: mio...! guarda Marco che se mi rifermi un'altra volta e m'impedisci di andare nella mia stanza a farmi i fatti miei e dimenticarmi di questa tua ultima girata di umore, io ti giuro che...
    [La interrompe]
    - Marco: ma io... ma io credevo che tu fossi.
    - Eva: che io fossi cosa?
    - Marco: che fossi contenta.
    - Eva: contenta? Si infatti sono contenta...! sono contenta che mi hai dimostrato per l'ennesima volta di quanto sei egocentrico... tu mi hai lasciata mentre dormivo... hai rifiutato le mie chiamate... mi hai respinta dopo che sono venuta a cercarti a kilometri di distanza da casa... senza neanche preoccuparti del fatto che io non avessi un posto dove dormire... dove mangiare... dove piangere per quella tua faccia di merda... e adesso cos'è eh? Ti è passata la paura? Hai fatto il grande rientro? Hai trovato la grande soluzione? Questo tuo grande atto di coraggio? E certo... perché non è mica colpa tua se noi ci siamo lasciati... è giusto? No... è colpa dei nostri genitori! Eh sì... è perché adesso questo fardello del nostro amore impossibile deve passare a loro dopo che l'ho tenuto io... cos'è la nostra storia eh? Una partita di pallavvelenata? Però c'è soltanto un'unica regola... che la palla non deve mai rimanere a te. Allora sai cosa c'è Marco? Che adesso tu ti prendi le tue canzoni... i tuoi mezzi piagnistei... i tuoi mezzi sorrisi... le tue lettere strappalacrime... e te ne vai dritto all'inferno!
    Eva Cudicini (Alessandra Mastronardi), Marco Cesaroni (Matteo Branciamore)
    Vota la citazione: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di