Commenti

1
postato da , il
Anzitutto, mai capito perché intitolare "Superman", "Batman", "Watchmen", "Aquaman", "Ant-Man", "Iron Man", "X-Men", "Spider-Man", etc., fumetti e personaggi indirizzati non a un pubblico adulto m'a problematiche adolescenziali. "Superhero-teen" avrebbe scombussolato i ricavi economici? Infine, mentr'il multimondo e il pluriverso non hanno trovato, dal '57 a oggi, alcuna conferma empirica o sperimentale, gl'unici ad averne tratto un qualche giovamento sono stati narratori e affabulatori, abusandone per infiniti reboot della stessa pappardella. Divertitevi. Io no.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di