Post di Fabiano Rastelli

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritto da: Fabiano Rastelli
Io non ti devo cambiare. Sei perfetto così. In questa perfezione è compresa un'evoluzione. Un cambiamento. Farai le tue scelte, i tuoi errori, e soffrirai, perché in questo c'è crescita. Ogni limite ti porterà sempre più vicino all'orizzonte dell'infinito. In ognuno esiste il divino, e quel divino deve conoscere la sua stessa illimitatezza, e lo può fare solo ponendosi limiti e superandoli, sbagliando e crescendo. Perciò non ti devo cambiare, sei esattamente dove devi essere, al punto esatto della tua evoluzione. E non ti giudico più, perché giudicare è andar contro alla consapevolezza che tu sei esattamente al punto in cui dovevi trovarti nella tua evoluzione, nel cammino, in cui il divino che tu sei, sta facendo per conoscere se stesso.
Fabiano Rastelli
Composto lunedì 12 giugno 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Fabiano Rastelli
    Ti vorrebbero come i canoni sociali desiderano, così almeno possono prendersi i complimenti dagli altri del tipo: "una persona così la vorrebbero tutti". Proprio quel tutti è la cosa peggiore. Come si fa a rendere qualcosa di unico come l'anima, un qualcosa di comune? Non è possibile. Per lo meno essendo te stesso puoi vedere se quelle persone ti amano per ciò che sei o se invece vogliono un qualcosa che vorrebbero tutti gli altri; perché loro non hanno personalità per scegliere un qualcosa di unico e diverso come te. Sii te stesso e non rinunciare alla tua unicità perché hai bisogno d'amore, altrimenti finisci per essere qualcosa che non sei pur di piacere a qualcun altro; sii te stesso se vuoi la verità, e vedrai che se non piaci alla famiglia, se non rispecchi il canone sociale di moda ti lasceranno. Ma fregatene, di anime belle ne è pieno il mondo.
    Fabiano Rastelli
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Fabiano Rastelli
      Il percorso interiore, il sentiero spirituale, è probabilmente la cosa più complessa che ci sia; non è solamente una via per conoscere il divino, o meglio, conoscere il divino non è l'unica cosa che vi sia alla fine di questo cammino. Il percorso spirituale è soprattutto crescere, diventare grandi, liberarsi dai demoni interiori, da quelle catene mentali che ci assalgono sin da quando eravamo piccoli e che hanno vincolato la nostra libertà. Il percorso spirituale significa quindi diventare grandi, crescere e diventare davvero liberi. Libertà non è solo indipendenza economica, ma significa anche maturità; libertà da quegli atteggiamenti che non ci permettono di diventare maturi in tutti i sensi: nel fisico, nella mente e nello spirito. Quando incontri qualcuno che sta seguendo questo cammino inchinati a lui, porta rispetto a questo grande guerriero che sta combattendo una difficile battaglia per diventare finalmente grande, finalmente divino.
      Dedico infine questo pensiero a tutti coloro che nella vita hanno avuto la fortuna di incontrare questi Guerrieri, che hanno potuto far parte del loro percorso, ma che non ne hanno saputo apprezzare l'impresa, perché forse, un giorno, toccherà anche a loro diventare eroi, e vincere se stessi.
      Fabiano Rastelli
      Composto mercoledì 12 aprile 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Fabiano Rastelli
        Ci sono persone che, il giorno che ci tasseranno le scoregge, mangeranno chili di pasta e fagioli pur di andare in giro gonfie di orgoglio, per dimostrare che sono cittadini onesti, che hanno sempre pagato, che hanno lavorato duro per pagare le loro scoregge. Per loro, pagare le scoregge, sarà cosa giusta e saranno emarginati tutti coloro che, stanchi di pagare, le faranno silenziose. E tutti quelli che grideranno al mondo che fare scoregge è un fatto naturale, e che non è giusto parvi sopra tasse, saranno considerati complottisti, pazzi, anarchici, visionari. Questa riflessione non vuole assolutamente mettere in cattiva luce la pasta e fagioli.
        Fabiano Rastelli
        Composto lunedì 15 giugno 2015
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Fabiano Rastelli
          Perché ho questo tempo? Perché ora? In questa epoca? Quello è il momento della consapevolezza, quando in tutto il frastuono del caos esterno, ti domandi: "perché sto vivendo? Perché ora? Perché questo discorso consapevole con me stesso?". Allora diventi consapevole, consapevole di essere vivo, consapevole di aver riconosciuto quell'io che ti fa sentire unico; ti sei finalmente accorto di te stesso. E domandi a te stesso perché, perché la vita sia capitata proprio a te. Allora comincia il profondo viaggio della consapevolezza, dell'uomo che di fronte all'universo si rende conto della magnificenza della vita, della magnificenza di essere vivo ora, qui, in questo corpo.
          Fabiano Rastelli
          Composto mercoledì 16 dicembre 2015
          Vota il post: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di