Commenti a Contenuto e votazione dei contributi in concorso


20
postato da , il
Avevo scritto un lungo commento, ma noto che non è passato, mah!

Forse è meglio così, era troppo polemico e non avrebbe fatto piacere.

Dico solo sinteticamente:

A questi siti basta la quantità delle persone per essere importanti sul WEB.

Noi ci illudiamo di essere importanti perché ci siamo.

Noi, che non ci accorgiamo della nostra pochezza letteraria, contribuiamo a squalificarne lo spazio.
19
postato da , il
Concordo pienamente col pensiero espresso da Nello Maruca al commento n. 16.
18
postato da , il
Roberto - ci segnali le opere in concorso che trova anche nel sito e prenderemo provvedimenti, il nostro sistema automatizzato rileva la maggior parte di questi casi, ma è chiaro che un occhio umano esperto come il Vostro saprà trovarne altri.

Antonio - abbiamo già sistemato il contributo in questione (di uno si trattava infatti) come altri di cui ci è stata segnalata l'esistenza.

kiaaki e Manuela - è possibile che per come sono le frasi in concorso alcune di esse fossero simili senza essere tuttavia uguali, inducendovi a pensare di averle già lette. Ovviamente siamo disponibili a ricevere segnalazioni in merito.
17
postato da , il
scusate ma forse sarebbe il caso di controllare meglio il sistema di voto.
a me sono già capitate diverse frasie e poesie che avevo già votato e ho votato di nuovo... secondo me c'è qualcosa che non funziona come dovrebbe. Inoltre è da ieri che scorro poesie e frasi e le mie poesie non le ho mai viste. Non dico tutte e tre, ma almeno 1, almeno 1 volta...
16
postato da , il
Estratto dal regolamento ufficiale del concorso:
(…)Ogni utente può (…) inserire al massimo 5 aforismi propri e non ancora pubblicati su PensieriParole e 3 poesie proprie e non ancora pubblicate sul sito, e potenzialmente risultare vincitore in entrambe le sezioni. Al concorso possono partecipare tutte le opere edite (a mezzo stampa o su Internet) e/o non edite purché non siano già presenti su PensieriParole.
(…)Il tema è l’amore in tutte le sue forme e sfaccettature.
(…)ILo staff di PensieriParole(…) controllerà tutte le opere inviate: frasi e poesie già presenti nel sito o attribuibili ad altri argomenti non in concorso (…), ad insindacabile giudizio dello staff saranno rifiutate e/o escluse dal concorso (…).

Si è viceversa al momento in presenza della seguente situazione:
1) Risultano presenti in concorso, e proposti al voto, componimenti già presenti su Pensieri e Parole. Tale presenza risulta tuttavia rientrare nei poteri dello Staff, essendo il suo giudizioinsindacabile. Sarebbe tuttavia opportuno spiegare, per amore di equità e verità, per quale motivo alcuni componimenti siano presenti ed altri siano stati esclusi, ove alcuni fossero stati esclusi;
2) La verifica dell’attribuibilità o meno del componimento ad argomenti non in concorso (componimenti fuori tema), in contraddizione con il regolamento, è stata, dalla presente newsletter, attribuita alla giuria popolare con la seguente argomentazione:  “La domanda è: "è in tema parlare di auto, lavoro, cani, gatti, caffè, e così via?". La risposta semplicemente non c'è. E dunque il giudizio passa inequivocabilmente al pubblico che decreta se quel singolo contributo che si sta leggendo risponde al proprio canone d'amore. Senza grossi giri di parole. Dunque ancora una volta il giudizio torna in mano alla giuria popolare: tutti voi. “ In tal modo lo Staff di Pensieri e Parole, in evidente contraddizione col regolamento del concorso, si è ritenuto incompetente ad emettere l’insindacabile giudizio previsto dal regolamento medesimo. Lo Staff infatti poteva decidere se rifiutare o non rifiutare i singoli componimenti, ma non demandare alla giuria popolare compiti risultanti dal Regolamento di propria esclusiva ed insindacabile competenza. Si evidenzia al riguardo che il Regolamento vincola non solo i comportamenti dei partecipanti, ma, come ovvio, anche quelli degli ideatori e gerenti del concorso.

Quanto sopra, costituendo, in tutta evidenza, insanabile vizio formale e sostanziale della procedura di concorso, espone la medesima a venire in qualsiasi momento, anche finale, impugnata da qualsiasi partecipante, con grave disdoro del sito e potenziale danno all'immagine dei giurati e partecipanti acquiescenti.
Si consiglia pertanto l’annullamento della procedura di concorso, e la ripetizione della stessa nel rispetto del regolamento proposto al pubblico; evidenziando che la presente, unitamente a quanto  espresso in concordia di opinioni da un numero non irrilevante di partecipanti,  esclude, come ovvio, ogni manifestazione espressa o tacita di acquiescenza alle irregolarità in atto.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di