Commenti a Frase ID 135430


7
postato da , il
Eh, caro Vincenzo, se ti parlassi di questa "fantomatica" felicità ti lascerei stupefatto, perché non era mica niente di eccezionale, sai?
Niente coreografie, niente salse piccanti, niente fuochi d'artificio, niente di tutto questo...
Ma - ripeto - sono corde troppo delicate che vibrano troppo. Possono spezzarsi e fare male, molto male.
6
postato da , il
Dario, la tariffa di Vincenzo è la tua anima...   
La stessa del demonio, ma forse anche un pò più a buon mercato: gli basta anche solo ... mezza anima, và !!  : )))
5
postato da , il
Nessuna ebbrezza. Felicità coi piedi per terra e la testa sulle spalle. Di quella sto parlando.
Non mi stupisce tuttavia che alcuni non l'abbiano mai provata.
A conti fatti, però, li ritengo dei privilegiati.
4
postato da , il
No Dario, Schopenhauer è in errore.
Io mi sono sentito felice nel presente. E non per un solo attimo. E non ero ubriaco.
La felicità esiste. Che duri poco e lasci amari conti di rimpianto e dolore in sospeso, è un altro discorso.
3
postato da , il
La felicità vive dell' attimo fuggente. Ha un retrogusto amaro: lascia sempre rimpianti e dolori.
Meglio la serenità, la gioia di vivere, la fiducia incrollabile nel domani. In "qualsiasi" domani.
Meglio la fede.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di