Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: sagea
Non dobbiamo più soggiacere a nulla, nemmeno al bene. Un cosiddetto bene, al quale si soccombe, perde il carattere etico. Non che diventi cattivo in sé, ma è il fatto di esserne succubi che può avere cattive conseguenze. Ogni forma di intossicazione è un male, non importa se si tratti di alcol o morfina o idealismo.
Dobbiamo guardarci dal considerare il male e il bene come due opposti.
Composta lunedì 18 luglio 2011

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: sagea

    Commenti

    5
    postato da , il
    preferirei non dipendere da niente.....presunto bene......presunto male........presunto principe azzurro.......presunto amico del cuore.....presunta amica del cuore.........utopico????....mah.....boh.....
    4
    postato da Deb73, il
    IL MITO DELLA BIGA ALATA ... Per Platone l'anima è una biga trainata da cavalli alati:essa è composta da tre elementi:un auriga e due cavalli.Nell'esistenza ...
    Giuseppe, concordo...ciao Tina, a kiss for you.
    3
    postato da , il
    Una delle categorie di persone più insopportabili...
    sono quelle che pensano...
    di poter insegnare agli altri ciò che è giusto...

    Il bene e il male sono opinioni...
    discernere tra questi due poli opposti non è scontato...
    e pretendere di insegnarlo agli altri è
    superbia pura...
    2
    postato da , il
    Spingendo quest'ultima considerazione all'estremo, mi sento in tutta coscienza di poter affermare che è meglio un delinquente autentico che un santo fasullo: il primo è se stesso e può redimersi perché è autentico; il secondo è solo un tronco d'albero alla deriva nel mare dell'ipocrisia.
    1
    postato da , il
    Sono d'accordo sulla prima parte del pensiero, ma non sulla seconda: il bene e il male sono due opposti, sono il bianco e il nero.
    Due astratte pietre di paragone, perché al mondo non è dato trovare che diverse sfumature di grigio.
    Ma questo è un altro discorso.
    Tornando alla prima parte della frase, mi preme evidenziare che un bene cui si soccomba, nel senso che lo si operi senza convinzione solo per obbedire ad un precetto imposto dall'esterno, non ha alcuna valenza etica: nel campo morale conta non solo ciò che si fa, ma anche e soprattutto ciò che si vuole e si desidera: in definitiva ciò che si è e si diviene.
    In uno spontaneo e autentico divenire morale è, a mio avviso, tutto il senso della nostra vita.

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:7.69 in 29 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti