Le migliori frasi inserite da Raffaella Frese

Questo utente ha inserito contributi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Raffaella Frese
Mi sono chiesta tante volte se la felicità ha un numero, un indirizzo, un cap, una residenza specifica. Mi sono chiesta se esista davvero. Mi sono chiesta se c'è un treno che ha come meta e rotta questa fantomatica parola. Come sempre, ho solo una risposta da esternare e da pronunciare a voce bassa: la felicità non è altro che seminare sorrisi in un prato dove erbacce e gramigna risiedono incontrastate senza rinunce. La felicità è fare un patto col destino, mentre desiderio e volontà si abbracciano e si amano, sotto questo cielo di mille contrasti e di acerbe contraddizioni e consapevolezze. Ecco cos'è la felicità: è amarsi incondizionatamente, è credere che qualcuno da qualche parte possa amarti davvero per quello che sei. La felicità è trovarsi sopra un precipizio, pronta a cadere ma anche pronta ad aggrapparsi alla speranza, quella speranza che ti tiene su mentre scivoli giù in quel dirupo di cattiverie. La felicità è essere pronti a mettere le ali e a volare, in qualsiasi momento, protetti indistintamente da ciò che si ha nel cuore.
Composta giovedì 16 ottobre 2003
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Raffaella Frese
    Ritieniti arte, ritieniti oro perché lo sei. Sei un'anima d'inestimabile valore, unica, inimitabile e vali più di quello che pensi. E, se qualcuno ti ha fatto credere il contrario, tu non dargli peso, perché non si può piacere a tutti. L'importante è piacere a se stessi. Apprezzarsi ed amarsi, per quello che si è. Tutto incomincia da lì.
    Composta mercoledì 2 ottobre 2002
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Raffaella Frese
      La vita è difficile, dura, testarda, ostinata, imprevedibile, ma io lo sono di più! La vita gira tutt'intorno all'inutilità di leggi e numeri. Frequenze catastali, che non rispettano la serenità del mondo. Lascia la propria impronta senza fregarsene delle conseguenze. Agisce e ferisce, ma io testarda non mi abbatto e rimango qui ad affrontare ogni tipo di sfida. Senza guardare i numeri. Consapevole che se non combatto per me stessa e per quello che voglio rimarrò solo un'anonima sventurata che nel contemplare l'indifferenza è rimasta estraniata dalla priorità principale "vivere". Vivere per davvero la realtà di quest'unica esistenza, plasmando i sogni a questa realtà sterile.
      Composta giovedì 18 marzo 2004
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di