Scritta da: Francesco Ianný (Vitamin F)
Io credo che quando fai ci˛ che la gente meno si aspetta dagli altri, quando ti viene detto che il mondo che hai intorno Ŕ solo il frutto della tua fantasia, quando in silenzio ti soffermi a guardare un soffitto colorato di speranze o a leggere libri, racconti, favole, tragedie che ricolmano quello che tu vuoi essere, quando senti una musica divenire sottofondo di meravigliosi sogni a occhi aperti che potrebbero avverarsi e non finire mai, che ti strappano a una realtÓ a cui, a volte, senti di non appartenere, ma che fai sempre un po' pi¨ tua vedendo la bellezza che si nasconde dietro a ogni cosa, io credo allora che sia quello il momento della pi¨ assoluta soddisfazione. Un momento d'amore nei propri confronti, che dovresti imparare a non temere e a inseguire fino ai confini del mondo e ancora oltre.
Composta venerdý 5 settembre 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Francesco Ianný (Vitamin F)
    Fuggire. A volte non Ŕ vigliaccheria, ma solo sopravvivenza. E ho imparato che ci sono tanti modi per fuggire, senza dover necessariamente mettere miglia di distanza fra noi e il nostro mondo. Si pu˛ fuggire nel passato, nei luoghi lontani e nascosti nella memoria. E pu˛ anche capitare di ritrovarsi.
    Composta lunedý 4 agosto 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Francesco Ianný (Vitamin F)
      Gran parte dei nostri sforzi derivano dal lavorare non per il piacere di farlo, ma per farci apprezzare dagli altri. ╚ incredibilmente frustrante tutto ci˛: c'Ŕ sempre qualcuno da assecondare, da soddisfare, da non deludere, da cui ottenere un riconoscimento. Siamo cosý concentrati sugli altri che ci dimentichiamo di noi stessi. O meglio, ci sentiamo gratificati dal ricevere il premio, pensiamo sia quella la ragione della nostra vita. Rivolti continuamente verso l'esterno, in attesa di sentirci dire quanto siamo bravi, rimettiamo al volere e ai capricci dell'altro la valutazione della nostra persona.
      Composta sabato 2 agosto 2014
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Francesco Ianný (Vitamin F)
        Piuttosto che accettare e rispettare gli altri per la loro unicitÓ, li vorremmo a nostra immagine. Vorremmo che le risposte e le azioni di chi ci sta a cuore fossero sempre allineate ai nostri desideri, ma quasi mai questo Ŕ possibile. E in questo contesto non esistono, non possono esistere, nÚ vincitori nÚ vinti.
        Composta sabato 2 agosto 2014
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di