Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Andrew Ricooked
[...] Solo lentamente, tra le sue crescenti ricchezze, Siddharta aveva preso qualcosa delle maniere degli uomini-bambini, qualcosa della loro puerilità e della loro timidità. Eppure li invidiava, li invidiava tanto più quanto diventava simile a loro. Li invidiava per l'unica cosa che a lui mancava e che loro possedevano, per l'importanza che essi riuscivano ad attribuire alla loro vita, per la passionalità delle loro gioie e delle loro paure, per l'angoscia ma dolce felicità del loro stato di innamorati eterni. Di sé, di donne, dei loro bambini, di onori e di ricchezze, di progetti e speranze, sempre questi uomini sono innamorati. Ma appunto questo egli non riusciva ad imparare da loro, questa gioia infantile e questa infantile follia.
Composta mercoledì 21 aprile 2010
dal libro "Siddharta" di Hermann Hesse

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Andrew Ricooked

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:7.04 in 25 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti