Frasi di Paolo Villaggio

Attore, nato venerdì 30 dicembre 1932 a Genova (Italia), morto lunedì 3 luglio 2017 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Umorismo, in Film come regista e in Film come attore.

Punto molto sui funerali. Non dico ben venga la morte, l'unico vero bene è aver vissuto felice, ma adesso il funerale è il problema. Dopo quelli di Sordi, a Roma non si può più. Anche a Genova, dopo quelli di De André, non c'è più storia. Devo trovare una persona che me li organizzi per benino, oppure niente. Scomparire completamente, non dare nemmeno la notizia. Però mi dispiacerebbe perdere la possibilità di scrivermi il coccodrillo per Repubblica o il Corriere.
Paolo Villaggio
Vota la frase: Commenta
    [Fabrizio De André] Era una persona molto sensibile e ovviamente quando si è molto amici si parla della morte come di un fatto lontano, del tutto improbabile. Adesso che invece la cosa è accaduta e quando stava per succedere, non abbiamo mai avuto più il coraggio né di incontrarci, né di parlare della cosa, perché questa volta non era un gioco, non era letteratura, era la realtà.
    Paolo Villaggio
    Vota la frase: Commenta
      Num me piace Eduardo, io sto con Peppino. E anche se adesso, Eduardo resta uno dei rari autori italiani, con Pirandello, Goldoni e Fo, a venir rappresentato all'estero, in futuro, chissà. Forse i posteri apprezzeranno più le straordinarie tirate di Pappagone di quelle, seriose, noiosine e piene di "caccole" di Eduardo. Virtù per il nostro Paese, cattolico e fintamente impegnato.
      Paolo Villaggio
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di