Frasi celebri di Giacomo Lorenzini

Operaio, nato lunedì 22 dicembre 1975 a Fivizzano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giacomo Lorenzini
Dopo che le nere nubi si sono poste nel mio cielo, tutto quello a cui tenevo si è dissolto, sparito. Il buio si è fatto più cupo, e ogni cosa intorno a me si è fatta quasi invisibile, tutto è sparito. Con dolcissimo fiato arriva il vento che dolcemente e lentamente accompagna le nuvole nere fuori dal mio cielo. A sprazzi spunta il colore azzurro del cielo. Sta iniziando una nuova, inaspettata e spettacolare intensità di azzurro la quale porta gioia e speranza. L'anima si riscalda con i colori caldi del cielo.
Giacomo Lorenzini
Composta lunedì 7 aprile 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Giacomo Lorenzini
    L'animo gentile di quella bella signora, mi rimase impresso come fosse successo ora. La signora prestava aiuto a tutte quelle persone che glielo chiedevano, il unico compenso era un giorno senza aver aiutato in vano. Detto fra noi mi aiutò per curar il mio mal d'amore, e vi riuscì in meno tre ore. La donna fu lieta di essere stata d'aiuto, perso il mal d'amore son tornato sereno e molto più acuto. Nell'ombra mi sembra di scorgere il suo viso, è la donna bella dall'animo gentile e ha un splendido sorriso.
    Giacomo Lorenzini
    Composta mercoledì 12 marzo 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Giacomo Lorenzini
      Con il suo portamento, il soldato entra senza tormento. Sa che deve entrare, senza mai rimuginare. Con tutto quello che può pensare, deve solo guerreggiare. Con animo gentile, egli prova sconforto nel vedere gli occhi dell'uomo infantile. Il soldato va in guerra senza leggerezza, perché essa porta solo morte e tristezza.
      Giacomo Lorenzini
      Composta martedì 11 marzo 2014
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Giacomo Lorenzini
        Quando tramonta la luce del sole, tutto appare con delle sfumature di ogni sorta. I colori si fanno sempre più scuri e sembrano diventare un unico colore. Ma quando l'occhio si abitua all'oscurità sembra di riconoscere persino i colori. Le cose prendono forma e si riesce a distinguere tutto quello che ci è attorno. L'unica mancanza è la luce del sole che fa brillare e vedere con mille sfaccettature tutto quello che illumina.
        Giacomo Lorenzini
        Composta venerdì 7 marzo 2014
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di