Le migliori frasi di Antonio Pistarà

Optometrista, Ortottico, Diagnosta., nato sabato 24 dicembre 1977 a Catania (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Leggi di Murphy, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: ANTONIO PISTARA
Oggi abbiamo una facoltà che ci è stata concessa, negli ultimi cento anni, di meritarci ancora l'esperienza terrena; la capacità dell'accettazione del potere sovrastante della natura.
Sin quando non capiremo questo l'equazione della vita che ci aspetta continuerà, a nostra insaputa, in senso inversamente proporzionale; il progresso che avanza verso il regresso: "l'anno zero".
Antonio Pistarà
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: ANTONIO PISTARA
    La carne di cui sono fatto non conosca riposo, sollievo, estasi o tregua se la stessa che mi compone non combatta, con l'ultima delle cellule che la compone, a cambiare la più grande convenzione del genere umano: "il destino".
    Non esiste il destino; esiste la molteplicità di "opere, fatti, parole, comportamenti" e l'essere nella sua infinita espressione concettuale convenzionale, bigotta e retrograda che "il destino" prende senso a cui noi attribuiamo le colpe o le fortune della nostra vita.
    Il destino è la conseguenza dell'essere umano che con il suo limite fatto di una materia, spesso, non alimentata, la stessa, che con altra materia nell'implosione esistenziale chiamata miseramente "destino".
    Antonio Pistarà
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: ANTONIO PISTARA
      Nel grande "cerchio" che ognuno di noi disegna, dalla nascita alla morte, nella propria "tela", (che viene tessuta nel composto organico della materia di cui siamo elemento e complemento), si realizzano dei sentieri; alcuni tortuosi, altri dissestati, in salita, in discesa, dritti con il rischio, a volte, di precipitare in burroni, fossi, fango, trappole, buche.
      Adesso, esistono due soluzioni per cercare di conoscere "il sentiero o la strada" che ognuno di noi percorrerà nella propria vita; il primo è in via d'estinzione poiché stiamo perdendo una tra le più grandi abilità che l'uomo possieda, a volte, senza esserne cosciente: la capacità all'ascolto - non siamo più in grado di "ricevere", a stento di comunicare - ma non si comunica nulla o poco se non si ascolta partendo da qualsiasi forma d'ascolto; dal sorriso di un bimbo, primo elemento che impara all'essere umano quale ricchezza egli possieda, all'ascolto di un anziano che arranca nel completare un discorso ma nel quale vi sono insite poche frasi cariche di storia ove se si è stati vigili e attenti si può trascrivere nel proprio registratore personale dell'esperienza, "la nostra mente", le cadute, le salite, discese e quei labirinti dal quale tante volte pensiamo di non uscirne più.
      Il secondo elemento, anch'egli in via d'estinzione, è l'umiltà.
      L'equazione dei due elementi "ascolto & umiltà" regala a ciò che rimane oggi dei rapporti umani, di questo genere umano, quei brevi e sempre più rari momenti di assoluta condizione di elevazione a quella "stimolante e conveniente" superficialità con cui abbiamo imparato a vivere la vita che ci è stata concessa.
      Antonio Pistarà
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di