Scritta da: Edoardo Grimoldi
Ad un esame di ostetricia il professore chiede allo studente: "Dimmi quante forme di parti conosci".
Lo studente incomincia a rispondere: "Parto normale, parto cesareo e parto... parto..."
Dai banchi arriva un suggerimento: "Anale".
E lo studente subito senza pensare: "Anale".
Il professore non si scompone: "Benissimo, e dimmi come e quando si svolgono".
Lo studente spiega la dinamica dei primi due.
Nel tentare di spiegare il terzo si accorge di aver sbagliato e zittisce.
Il professore: "Va bene, dimmi almeno un caso, uno solo, che a te risulti si sia verificato".
Lo studente: "Sì, ora ricordo, una sola volta, vent'anni fa, quando nacque questo stronzo qua dietro!"
Anonimo
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Edoardo Grimoldi
    Durante l'esame di letteratura latina si presenta al vecchio professore una tipa ossigenata, in minigonna e scollatura vertiginosa, con trucco più che pesante e con in bocca una sigaretta accesa.
    Il prof. la guarda impassibile, quindi chiede: "Signorina, mi dica, che cosa disse Enea lasciando la sua città in fiamme?"
    E la tipa, languidamente: "Mah, non saprei".
    E il prof., porgendole il libretto: "Addio, Troia fumante!"
    Anonimo
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: Edoardo Grimoldi
      Un professore universitario stanco del proprio lavoro intellettuale decide di passare le vacanze in una fattoria; in cambio dell'alloggio farà qualche lavoro manuale.
      Il primo giorno il contadino gli chiede di svuotare il letame in fondo alla stalla e di spargerlo sul campo dietro la fattoria.
      Alla sera quando il contadino ritorna dai campi trova con grande meraviglia il lavoro già fatto.
      Il giorno dopo il contadino chiede al professore di raccogliere e contare tutte le balle di fieno presenti nel terreno.
      Alla fine della giornata quando il contadino torna dai campi trova il lavoro perfettamente fatto.
      Il terzo giorno il contadino, vergognandosi del lavoro pesante proposto al professore i due giorni prima, gli chiede di dividere le mele grosse dalle piccole e di scartare le marce.
      Quando il contadino alla sera ritorna dai campi, con grande meraviglia, vede che nulla è stato fatto e il professore con in mano una mela che dice: "È piccola o grossa?"

      Morale: per spargere merda o per contar balle tutti son capaci, ma non quando si tratta di prendere una decisione...
      Anonimo
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di