Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Paolo Broni
In una villa suona il telefono. Risponde il maggiordomo: "Buongiorno, qui è la residenza dell'avvocato..."
"Sono io l'avvocato! Passami mia moglie."
"Mi dispiace, signore, ma la signora..."
"Non è in casa?"
"Si c'è, ma ieri sera è venuto a trovarla l'ingegnere ed è rimasto con lei tutta la notte. Sono ancora in camera della signora."
"Mio Dio! Mia moglie! Con l'ingegnere! E in casa mia! Non posso sopportare un affronto del genere. Senti... tu sai quanto io sia ricco e potente, quanto sappia ricompensare chi mi aiuta a distruggere chi mi contrasta..."
"Si, signore".
"Bene, tu sai dov'è la mia pistola, quella non denunciata. Voglio che tu la prenda e spari a quei due traditori. Subito. Poi nascondi la pistola in un posto sicuro. Io aspetto qui al telefono".
"Vado, signore..."
Dopo qualche minuto si sentono due spari e il maggiordomo ritorna:
"Fatto signore, quei due non la tradiranno più, signore. La pistola l'ho gettata nella piscina."
"La piscina? Come, la piscina? Scusi, ma che numero ho fatto?"
Vota la frase umoristica: Commenta