Questo sito contribuisce alla audience di

Un tale particolarmente freddoloso muore e si presenta da San Pietro. San Pietro guarda il registro e dice:
- Giovanni, Bene arrivato! Sei sempre stato bravo nella vita, hai sempre sofferto il freddo senza che nessuno abbia mai fatto niente per te... vieni entra in Paradiso!
Giovanni, felice di essere finalmente arrivato in un luogo di calore e serenità, entra e si sistema da qualche parte. Passa un giorno, passano due, Giovanni si ripresenta da San Pietro.
- a San Piè ma qui fa freddo! Non sto bene, non è cambiato niente!
- Ma come! - replica il Santo - Questo è il luogo migliore dell'universo, vicino al sole... non dovresti avere freddo. E poi, abbiamo anche rifatto l'impianto di riscaldamento da poco... vabbè siamo in inverno, ma...
- No San Pietro, non ci siamo! Io qui ho un gran freddo. Ti prego... fa qualcosa tu che puoi!
Allora il Santo, dopo aver pensato un po', gli propone di andare in Purgatorio. Giovanni, non potendo resistere oltre, accetta, sperando di risolvere il problema della sua vita. Passa un giorno, ne passano due, passano tre giorni, Giovanni si ripresenta da San Pietro:
- a San Piè... allora forse non me sò spiegato bene... Io ho sofferto il freddo per tutta la vita e mi tocca soffrirlo anche dopo morto? Non mi pare per niente giusto!
Il Santo, vedendo che si trattava di un caso molto particolare, e non avendo altra soluzione, gli propone un posto all'inferno. Lì, tra le fiamme, non avrebbe dovuto lamentarsi! Giovanni accetta, e si presenta all'inferno. Passa un giorno, passano due, passano tre, passa un mese, San Pietro, non avendo notizie, si presenta alla porta dell'inferno e chiede notizie di Giovanni. Si apre la porta e arriva un Lucifero.
- Sono venuto a sentire come sta Giovanni. Tutto bene? Ha freddo?
Dal profondo degli inferi si sente un grido:
- la portaaa!
Vota la frase umoristica: Commenta
    La lingua tedesca è abbastanza semplice da imparare. Una persona che conosce un po' di latino e di declinazioni si sentirà abbastanza sicura anche in Germania. Questo è, per lo meno, quello che dicono gli insegnanti di tedesco durante la prima lezione...

    Il primo passo è comprare un corso di tedesco, come l'eccellente edizione, pubblicata a Dortmund, che parla della tribù degli ottentotti (Hottentotten). Il libro spiega che gli opossum (Beutelratten) vengono catturati e messi in ceste di vimini (Lattengitter) chiuse. Queste gabbie, in tedesco vengono chiamate Lattengitterkoffer; e se al loro interno vi è un opossum catturato, si chiamano Beutelrattenlattengitterkoffer.

    Un giorno, gli ottentotti catturano un assassino (Attentäter) accusato di aver ucciso una delle madri (Mutter) degli ottentotti (Hottentottenmutter), madre di uno stupido e balbuziente (Stottertrottel). Questo tipo di madre, in tedesco è chiamato Hottentottenstottertrottelmutter e il suo uccisore Hottentottenstottertrottelmutterattentäter.

    Si deve sapere che quando gli ottentotti catturano un individuo, lo mettono nella cesta per gli opossum (Beutelrattenlattengitterkoffer).

    Ma l'assassino riesce a fuggire: inizia la ricerca!

    Dopo qualche tempo uno dei guerrieri va dal capo: "Ho catturato l'assassino (Attentäter)."

    "Sì? Quale assassino?" chiede il capo.
    "Beutelrattenlattengitterkofferattentäter." risponde il guerriero. "Cosa?
    L'assassino che è nella cesta dell'opossum fatta di vimini?" chiede il capo.

    "Certo!" dice il guerriero "Hottentottenstottertrottelmutterattentäter (l'uccisore della mamma dell'ottentotto stupido e balbuziente)." "Ah" dice il capo degli ottentotti "Fin dall'inizio avresti potuto dire che avevi catturato l'Hottentottenstottertrottelmutterbeutelrattenlattengitterkofferattentäter!"

    Come tutti possono vedere, il tedesco è una lingua facile e piacevole.
    Vota la frase umoristica: Commenta