Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Nicole Mauro
Mi scusi, professoressa, per essere arrivata in ritardo. Ma, siccome ci metto molto ad alzarmi, mi hanno comprato una sveglia molto rumorosa. Nonostante questo, essendo vicino al mio letto, riuscivo a spegnerla e rilassarmi. Allora l'hanno spostata in un'altra camera. Ma era lontana, e non riusciva a svegliarmi. Allora l'hanno messa nella camera e lontana da me. Ma avevo un bastone, quello per prendere i vestiti, e la spegnevo sempre. Mi hanno tolto il bastone. Ma io saltavo giù dal letto e la spegnevo per poi infilarmi sotto le coperte. Stufi, mi hanno comprato una sveglia nuova e molto recente. In pratica appena partiva il rumore, il puzzle si scomponeva, e non smetteva di suonare finché non lo ricomponevo. È proprio per questo che sono arrivata in ritardo. Il puzzle era semplice, ma avevo perso un pezzo e non riuscivo a trovarlo.
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: Paolo Broni
    Nel bel mezzo dell'Atlantico del Nord, un battello fa naufragio.
    Alla deriva sul canotto di salvataggio, i marinai cominciano a soffrire di freddo, di fame e di sete, quando un gigantesco transatlantico li avvista.
    Il comandante del transatlantico dice al suo equipaggio: "Presto, portate quei naufraghi a bordo e dategli da mangiare, da bere e qualcosa per riscaldarsi".
    Quando i pescatori sono a bordo del transatlantico, il comandante li accoglie: "Avete avuto fortuna che la nostra nave sia passata di qui, vi do il benvenuto a bordo del Titanic!"
    Vota la frase umoristica: Commenta