Racconti inseriti da Raffaele Caponetto

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Raffaele Caponetto
Le dodici categorie che godono la mia fiducia. Mi fido dei politici, perché mantengono sempre le promesse. Mi fido degli amici, perché nel momento del bisogno aiutano sempre. Mi fido delle amiche, perché sanno mantenere i segreti. Mi fido dei commercianti, perché applicano sempre prezzi onesti... [continua a leggere »]
Composto venerdì 24 maggio 2013
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Raffaele Caponetto
    Si parla molto, a proposito ed a sproposito, di razzismo. In tanti dichiarano di non essere razzisti, solo per evitare un linciaggio mediatico. Inevitabilmente si dibatte sul tema della cittadinanza per nascita sul territorio italiano, (iure soli). Le motivazioni, le interpretazioni e gli... [continua a leggere »]
    Composto martedì 7 maggio 2013
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Raffaele Caponetto
      Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in visita di stato in Germania, dal 26 febbraio al primo marzo 2013, ha dovuto confrontarsi con diversi leader tedeschi per le loro dichiarazioni offensive nei riguardi di Beppe Grillo e Silvio Berlusconi e per la critica nei confronti dello... [continua a leggere »]
      Composto sabato 2 marzo 2013
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Raffaele Caponetto

        Incantesimo

        Scendeva dalla grande scalinata di Trinità dei Monti, bella come una madonna, leggiadra, eterea.
        La guardai estasiato; se ne accorse e mi disse: che c'hai da guardà?
        Signorina, non fraintenda, la guardo come potrei guardare un dipinto del Botticelli o del grande Raffaello.
        Ma và, và a pijartela...
        [continua a leggere »]
        Composto lunedì 16 febbraio 2015
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Raffaele Caponetto

          Incubi notturni

          Un uomo con un grosso fardello sulle spalle, ansimante come un cavallo bolso, arrancava su per un sentiero impervio, scosceso per giungere in cima alla montagna e liberarsi di tutti i mali che portava con sé. Con piede leggero, mosso a pietà, lo raggiunsi, lo guardai in faccia e vidi che aveva... [continua a leggere »]
          Composto martedì 28 maggio 2013
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di