Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti inseriti da Francesca Alleva

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritto da: Francesca Alleva

Come quella volta sul tram

A volte sono piccoli particolari che ti svelano una vita. O te la fanno scorgere. O te la fanno immaginare come sarebbe più romantico farlo. Come quella volta sul tram. Salì un ragazzo, 30 anni. Molto distinto. Bello, una specie almeno. Non si notava, nessuno lo notava. Era omologato, giacca... [continua a leggere »]
Composto venerdì 22 marzo 2013
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Francesca Alleva

    Cuore spezzato

    Ti dicono "mi si spezza il cuore".
    Ma chi l'ha provato sul serio? La sensazione di apprendere una notizia da labbra che erano sicure o da un foglio di carta asettico.
    La sensazione che tutto il mondo stia andando avanti e tu sei fermo e in piedi e dentro ti sta crollando tutto.

    Il cuore che si...
    [continua a leggere »]
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Francesca Alleva

      Distanza

      E con il piede sul vagone, le labbra umide e il cuore sulle rotaie si girò di scatto.
      Gli prese il volto tra le mani e, poggiata la fronte sulla sua, disse con voce calma;

      "Il problema tra noi non sarà mai la distanza fisica. Ma quella che poni tu tra il tuo cuore e il mio".

      Salì sul treno...
      [continua a leggere »]
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Francesca Alleva

        Do voce alle mie parole sempre, senza nemmeno urlare.

        La squadrò da sopra il bicchiere di Long Island appena sorseggiato.
        - Mi sembra di conoscerti da sempre.
        Disse.
        - Se hai intenzione di uscirtene con altre frasi fatte di questo calibro mi alzo e me ne vado. E ti lascio il conto da pagare.
        - Pagherei in ogni caso.
        - Oh, io non credo.
        Rispose lei...
        [continua a leggere »]
        Composto giovedì 1 agosto 2013
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Francesca Alleva

          Dolore inversamente proporzionale

          Io devo ancora capire per quale dannato motivo il mio dolore è inversamente proporzionale al mio star bene. Le cose più brevi a durare sono le cose più lunghe a guarire. Un'accelerata contro un muro. Premere un grilletto. Chiudere gli occhi camminando sul ciglio. Un sorriso nel buio. [continua a leggere »]
          Composto mercoledì 24 aprile 2013
          Vota il racconto: Commenta