Racconti inseriti da Francesca Alleva

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritto da: Francesca Alleva

Arriva

Lo sai perché non se n'è andata dopo tutto quello che hai fatto? Dopo essere diventato quel che sei? Dopo aver (di)mostrato i tuoi lati peggiori?
Perché lei è come te. Lei ti capisce. Lei non giudica. Lei osserva gli occhi. Lei non parla, lei ascolta. E ci arriva. Ci arriva alle conclusioni, ci...
[continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Francesca Alleva

    Canzone preferita - Society

    - Come fai ad avere una canzone preferita? Insomma, la musica ti può dare un senso di tristezza, un senso di felicità. Si ascolta una determinata canzone a seconda delle emozioni provate, non sempre la stessa.

    - È così, infatti.

    Io non ho una canzone preferita.
    Io ho una canzone che ho sempre...
    [continua a leggere »]
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Francesca Alleva

      Chi ha inventato il treno, lo sapeva

      Treno e parole. Vagone e pennino. Rotaie e carta. Paesaggi e serenità. Velocità e pensieri. Io dico, il treno è stato creato per chi vive scrivendo e viaggiando. Non i viaggi mentali, quelli non contano, quelli si schiantano poi su una qualsiasi superficie fissati da qualsiasi cosa lasci colore... [continua a leggere »]
      Composto mercoledì 4 settembre 2013
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Francesca Alleva

        Chi sono?

        Nessuno mi ha come scopo. L'uomo cerca la felicità, non me. Io transito, sono un treno emozionale che ti attraversa gli occhi quando vedi l'amore, sono il rumore di uno sparo quando parte la tua canzone preferita. Transito; ti invado, ti avvolgo e scappo. Non sono fatta per rimanere. Non sono... [continua a leggere »]
        Composto lunedì 9 aprile 2012
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Francesca Alleva

          Ci sono cose che mi mandano in bestia.

          Ci sono cose che mi mandano in bestia. Una di queste tante cose è l'incapacità di chi ti si professa amico di capire i tuoi bisogni paragonandoli forzatamente a ciò di cui di norma abbisognerebbero loro. Ad esempio, io ho il bisogno fisico di stare da sola; per studiare, per sedimentare... [continua a leggere »]
          Composto domenica 7 luglio 2013
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di