Racconti inseriti da Francesca Alleva

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritto da: Francesca Alleva

Lei

Lei aveva le labbra screpolate, ma feriva lo stesso con le parole. Lei si toccava gli occhi, sbavandosi il trucco, ma trucidava ugualmente con lo sguardo. Lei aveva lo smalto rovinato, ma se ti colpiva o ti carezzava il tocco era comunque ustionante. Lei vestiva intimo scoordinato perché sapeva... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Francesca Alleva

    Li sentivo che facevano l'amore

    Li sentivo che facevano l'amore. Avevano l'appartamento accanto al nostro, specificatamente, la loro camera era dietro la mia. Li sentivo, quella sera. Credo fosse la prima volta che i loro sospiri superavano il cemento. Non certo era la prima volta che si univano biblicamente, o almeno lo... [continua a leggere »]
    Composto lunedì 9 aprile 2012
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Francesca Alleva

      Libri

      Ho riordinato la libreria.
      Ho pescato libri vecchi di anni, spostato per poi rimettere dov'era sempre stato il mio primo amore, messo in fila le saghe, trovato il posto d'onore per Harry Potter, spolverato alcuni classici, accarezzato le mie collezioni complete degli autori, aperto e cercato...
      [continua a leggere »]
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Francesca Alleva

        Mi chiese

        Mi chiese come vivevo i miei rapporti e perché diamine fosse così difficile avvicinarsi a me. Le risposi che non ero supponente come si poteva pensare, solo spaventata. Quando qualcuno mi si avvicinava lo scrutavo, lo analizzavo, lo riempivo di domande e lo mettevo alla prova. Come fanno i... [continua a leggere »]
        Composto giovedì 2 maggio 2013
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Francesca Alleva

          Mi chiese come vivevo i miei rapporti

          Mi chiese come vivevo i miei rapporti e perché diamine fosse così difficile avvicinarsi a me. Le risposi che non ero supponente come si poteva pensare, solo spaventata. Quando qualcuno mi si avvicinava lo scrutavo, lo analizzavo, lo riempivo di domande e lo mettevo alla prova. Come fanno i... [continua a leggere »]
          Composto giovedì 2 maggio 2013
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di