Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti


L'abbandono

C'era un cane alla fermata dell'autobus. Era basso, nero, aveva una striscia bianca sul muso, dritta come una linea pedonale e una malattia "leccata" troppe volte e mai curata, ma non per questo non era fiero dell'ultima parte di pelo che gli era rimasta. Certe volte sembrava ascoltare il... [continua a leggere »]
Composto domenica 24 aprile 2016
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: margoth16

    Il gabbiano senza ali

    Capitolo: 1
    Era nata da una vecchia famiglia del paese, lei, l'ultima femmina della famiglia più antica.
    Il nonno paterno era stato proprietario terriero, caseifici, negozi.... poi con la svalutazione della lira, aveva perso quasi tutto. Si narra, o almeno quella era la tradizione passata di segreti sepolti...
    [continua a leggere »]
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Arturo Donadoni

      Come fanno?

      "Papà, che foglie sono, quelle nate sui rami dell'albero che abbiamo nel giardino?"
      "Sono foglie di tiglio" risponde il Babbo.
      "E l'albero, che albero è?"
      "È un tiglio, figliolo, come ogni primavera le foglie ritornano ad adornare e profumare la sua chioma."
      "Papà, nel giardino ci sono altri...
      [continua a leggere »]
      Vota il racconto: Commenta

        Scampato pericolo... o forse no!

        Una nipote irrequieta, di 6 anni, lasciata per mezza giornata a casa della zia, giovane e ancora inesperta coi bambini. Il tutto si svolge in un'estate siciliana del 1994. La piccola, forse approfittando dell'assenza dei genitori, si prende la licenza di fare quel che vuole per l'intera mattinata... [continua a leggere »]
        Composto sabato 23 aprile 2016
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: mylifeleo

          Anima

          Capitolo: 1
          È difficile comprendere la difficoltà che prova un giovane ragazzo, per di più gay, nel cresce in una piccola provincia. L'assenza di qualsiasi tipo di nuovo stimolo porta inesorabilmente ad uno stato apatico e alla semplice convinzione che una famiglia, un lavoro, amici etero e alcune serate di... [continua a leggere »]
          Composto lunedì 18 aprile 2016
          Vota il racconto: Commenta