Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti


Scritto da: Giorgio Baiardi
Non dire "il destino ha voluto così". Se ancora mi vuoi. Lascia ogni tua ricchezza, ogni tua povertà. Non stare più accanto alle tue scuse e non darti più attenuanti nel non dire. Non indossare un vestito che ti cinge fino a farti dimenticare te stessa. Se ancora mi vuoi. Scorderò le tue parole... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Giorgio Baiardi
    Sei sempre stata l'unica. L'unica ragione di una genialità innamorata del tuo cuore. I miei occhi che guardano tutto di te hanno, in un tuo solo movimento, la rivelazione di ogni parola che non dici. Lo scoramento di averti regalato i primi momenti di me pieni di problemi non tuoi. Con la mia... [continua a leggere »]
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giorgio Baiardi
      Guardare un gabbiano volare in città, dà un senso di leggera imposizione. E potrei pensare al perché un essere così libero non vola sopra di un limpido mare. Forse non gli importa della grande ricchezza che possiede ed è pieno della sua certezza. Quella di poter andare via. Quando gli pare... [continua a leggere »]
      Vota il racconto: Commenta

        il prete che rompeva le bambole

        Un giorno un prete notò una bambina povera seduta su di un marciapiede e si mise a giocare con lei e con la sua unica bambola, che era rotta e vecchia, pur volendo regalargliene una nuova, si ricordò che quella bambina, era figlia di una donna molto orgogliosa che non accettava mai alcuna carità... [continua a leggere »]
        Composto domenica 19 marzo 2017
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Giorgio Baiardi
          Non ha l'apparenza di essere reale, il sentirti così dentro di me. Un accenno di nebbia, nell'avvertire lo stordimento per il giorno che non c'è. Non ho potuto scegliere, né l'ora, né il giorno. Né scegliere il momento per avere la forza di farcela senza te. È stato un timido delitto, pensare di... [continua a leggere »]
          Vota il racconto: Commenta