Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Valentina Bellucci

Scrittrice, nato domenica 13 novembre 1988 a Livorno (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie e in Leggi di Murphy.

Scritto da: Valentina Bellucci

Come tutto ebbe inizio.

"E all'improvviso eccomi lì: a contemplare il portone di casa dei miei nonni, con ai piedi la mia valigia rossa e in mano le chiavi della macchina. E così, di punto in bianco, la mia vita era cambiata, si era letteralmente capovolta, e quel portone improvvisamente mi sembrò gigantesco e... [continua a leggere »]
Composto venerdì 7 giugno 2013
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Valentina Bellucci

    Il sorriso di un sogno

    Eravamo nell'aprile dell'anno 1987 e io volevo a tutti i costi raggiungere la vetta dell'Everest, il mio sogno più grande, un sogno in parte legato all'infanzia, un sogno che in molti definivano il mio chiodo fisso; e di chiodi, potete star certi, ne ero ben attrezzato. Come anche di moschettoni... [continua a leggere »]
    Composto giovedì 19 maggio 2011
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Valentina Bellucci

      Ricomincio da qui

      1
      "Dunque, signorina, come mai è qui? Cosa l'ha spinta a venire da me?"
      "Dovrebbe fare in modo di risolvere tutti i problemi del mondo"
      "Uhm... la vedo difficile. Forse non ha letto bene cosa c'era scritto sulla porta quando lei è entrata"
      "e invece ho letto benissimo, Onorevole"

      2
      "è forse...
      [continua a leggere »]
      Composto lunedì 13 ottobre 2014
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Valentina Bellucci

        Scrivere un romanzo.

        Quando ho iniziato a scrivere, più o meno sette/otto anni fa, non avrei mai creduto di poter arrivare a tanto. La storia è nata tra i banchi di scuola, tra un'interrogazione e un'altra, sotto gli sguardi a volte indiscreti dei professori, mentre i compagni mi chiedevano cosa avessi di così... [continua a leggere »]
        Composto domenica 15 marzo 2015
        Vota il racconto: Commenta