Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritto da: Silvia Nelli
Dico a te che hai saputo solo giudicare, a te che non hai mai guardato abbastanza a fondo per poter anche valutare. Tu che non esprimi opinioni ma squallidi e brucianti giudizi. Tu che fai dei valori e delle regole qualcosa che vale solo per te. Tu che il rispetto non lo chiedi ma lo pretendi... [continua a leggere »]
Composto sabato 1 febbraio 2014
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    La storia che vive nei miei sogni è una storia semplice. Una di quelle storie dove qualcuno non ti volta le spalle per andarsene, ma corre a riprenderti quando sei tu ad andare. Una di quelle storie dove non sei "qualcosa" ma dove sei "qualcuno" che conta. Quel qualcuno che fa la differenza... [continua a leggere »]
    Composto lunedì 13 gennaio 2014
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Mi chiedo spesso che cosa spinge una persona a vivere di bugie. E sinceramente risposte ne ho trovate poche. Ho pensato che potessero farlo per distruggere le verità altrui. Per pararsi il culo e la faccia da ciò che veramente sono. Per vizio e divertimento. In qualunque caso, chi vive di bugie... [continua a leggere »]
      Composto domenica 12 gennaio 2014
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Ognuno ha ciò che si merita: non è vero un cavolo! C'è chi ha troppo e non meriterebbe un cazzo! E chi non ha niente e meriterebbe molto di più! Questa è la prima dimostrazione che il mondo gira spesso al contrario. La dimostrazione che spesso piove sul bagnato. Ed è proprio questo che spesso ti... [continua a leggere »]
        Composto giovedì 9 gennaio 2014
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Mi ricordo di tutti: Di chi si è battuto con me, di chi si è perso per me. Mi ricordo di chi ha impedito la mia risalita godendo del mio dolore. Di chi ha sorriso alle mie lacrime, di chi le ha asciugate e ancora di più di chi le ha generate. Ma malgrado questo, chi mi ha teso la mano resta al... [continua a leggere »]
          Composto martedì 7 gennaio 2014
          Vota il racconto: Commenta