Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritto da: Silvia Nelli
Ogni volta che incontri qualcuno di speciale ti dici sempre che non è il momento, che non ti va, che non vuoi innamorarti più perché il dolore che arriva dopo quando tutto finisce; e lo sappiamo che può finire, è troppo grande e difficile da superare. Costa caro ritrovare la serenità... [continua a leggere »]
Composto martedì 15 aprile 2014
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Poi la vita ti fa cambiare. Si cambia per dovere, per volere e per dolore. Si cambia per dovere, perché ad un certo punto di pagare sei stanco e allora cambi... Dici basta al tempo sprecato e regalato, basta esserci per chi non sa darti certezze. Si cambia per volere, perché ad un certo punto... [continua a leggere »]
    Composto sabato 5 aprile 2014
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Ero proprio io quella bimba piena di sogni, di favole romantiche e chiari di luna. Ero io quella bimba piena di aspettative, di fiducia e di comprensione nei confronti degli altri. Ero io quella bimba che si svegliava sempre con il sorriso e le giornate sembravano non bastarle mai. Come si cambia... [continua a leggere »]
      Composto martedì 18 marzo 2014
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Oggi è un giorno speciale. Uno di quei giorni che brilla di luce propria. Uno di quei giorni in cui la vita cambia e cambia in meglio! Esattamente dieci anni fa, in questo preciso istante già da sette ore stavo nel reparto di ginecologia/ostetricia in una delle tante sale di travaglio, vidi... [continua a leggere »]
        Composto martedì 1 aprile 2014
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Ci chiamano "cattivi", ma cosa ne sanno in fondo di noi!? Di quando soli e disperati raccoglievamo le forze per rialzarci dall'ennesima delusione, dall'ennesimo dolore. Che cosa ne sanno delle lacrime e delle notti passate a morire per qualcosa o per qualcuno. Ora siamo cattivi perché il tempo... [continua a leggere »]
          Composto martedì 11 marzo 2014
          Vota il racconto: Commenta