Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Pino Conte

La Bella e la Notte

Capitolo: 2 - L'incendio
Prologo
i tombini non soffiavano scenografici ed inodori sbuffi di vapore bianco, come nei film; all'entrata dei locali non stazionavano loschi figuri, gangster dall'accento siciliano e dalla mascella quadrata, col gessato a doppio petto rigonfio, per il revolver nella fondina allacciata alla...
[continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Pino Conte

    La Bella e la Notte

    Capitolo: 3 - Occhiate
    ... occhiate distratte, occhiatacce ostili, sguardi d’intesa, sbirciate sfuggenti; quante espressioni, disegnate negli occhi degli uomini, e delle donne. Ne incroci ad ondate, al Jazz Club, le femminucce hanno gli occhi passati con la matita nera, i brillantini vezzosi sulle palpebre, il lucido... [continua a leggere »]
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Pino Conte

      La Bella e la Notte

      Capitolo: 4 - Il morto che urla (sotto l'albero di Natale)
      Prologo

      Il ghigno perfido del Signore degli Abissi, del Re della Perdizione, si spalancò in un sorriso a quarantadue denti, denti umani, che mollavano la preda e la riportavano alla superficie del mondo. La monumentale mandibola da predatore s’era dissolta nella cordialità interessata di chi...
      [continua a leggere »]
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Pino Conte

        La Bella e la Notte

        Capitolo: 5 - Casi della vita
        Non seppellirsi sotto le coperte, alle ore piccole, appesantirà le palpebre, non i piedi; scattanti e lesti, nel gironzolare, bar dopo bar, pub dopo pub, per ogni locale abbia le insegne accese. Ne capitano di tutti i colori, nelle ore piccole; anche a me, disinvolto come sono a muovermi in... [continua a leggere »]
        Vota il racconto: Commenta