Racconti di Paola Bonistalli

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Poesie.

Scritto da: Paola38

NON ERA UN MESSAGGIO D' AMORE

Non era un messaggio d'amore. Alle mie domande su di te, un giorno, mi dissero che da grande mi avrebbero consegnato una tua lettera. Sparì tristezza e solitudine. Fui quasi felice, una busta inondata di sole mi volteggiava sempre attorno, mi addormentavo sul cuore. L'avevo, mi svegliavo e la... [continua a leggere »]
Paola Bonistalli
Composto giovedì 29 marzo 1956
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Paola38

    Pensieri personali

    i bugiardi, sarebbero da ignorare, quando parlano non possiamo
    domandarci sempre se stanno dicendo la verità oppure no, perdono di credibilita, non sono affidabili, finiscono per rimanere
    isolati, chi può desiderare un amico bugiardo?.
    Non e apprezzabile una persona che a paura di dire la verità...
    [continua a leggere »]
    Paola Bonistalli
    Composto giovedì 6 gennaio 2005
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Paola38

      Racconti di guerra

      Il mio compleanno 57 non ho festeggiato com'è consueto fare, ma penso alla mia nascita nel lontano 1938, alle persone che mi hanno circondato del loro affetto che oggi non ci sono più, tra cui mia madre, morta dopo 13 mesi dalla mia nascita a mio padre morto a 82 anni alla mia cara nonna che mi... [continua a leggere »]
      Paola Bonistalli
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Paola38

        Settembre

        Capitolo: Un settembre da non dimenticare.
        Settembre 1977
        Una Venezia un po' imbronciata, un canale grande solitario i magnifici palazzi che lo costeggiano, silenziosi e maestosi, carichi di tanti secoli e di tante storie.
        Questi sono i mie pensieri, mentre sul battello sto passando sotto il famoso ponte di Rialto. Mi dico che sono stata...
        [continua a leggere »]
        Paola Bonistalli
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Paola38

          Suono lugubre

          Il suono lugubre dell'autoambulanza, risuona lungo la strada, si ferma, mi affaccio, e esco di casa, arrivo al giardino, vedo disteso su una panchina un giovane ragazzo, lo sguardo è assente, vedo una siringa, gocce di sangue, tremenda realtà, che dire che fare, non capisco quella giovane vita... [continua a leggere »]
          Paola Bonistalli
          Composto martedì 12 novembre 2013
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di