Questo sito contribuisce alla audience di

Quando voglio leggere, scrivere o semplicemente respirarmi, mi reco sempre nel medesimo luogo. Sono venti metri quadrati di nuda roccia e terra carezzati dal mare e qualche cespuglio di macchia mediterranea. Questa è la mia oasi di natura nel deserto d'asfalto nella quale mi abbevero d'incanto... [continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Migliaia di comparse, decine di interpreti, una scenografia tra cielo e asfalto, la lirica del mare la mia costante colonna sonora. Giorno dopo giorno muta questa trama e la pelle trema alle spalle del sipario, ho paura, ma incarno il ruolo del buffone per un pubblico non pagante. Ogni scena... [continua a leggere »]
    Composto sabato 26 aprile 2014
    Vota il racconto: Commenta