Scritto da: Lina Viglione

LA BAMBINA CHE E IN ME

Capitolo: LA BAMBINA CHE E IN ME
Tutto scorre, tutto ritorna, non e solo dolore, ma qualcosa di più sottile, il desiderio profondo di me stessa, di portare tutto alla luce, appagarlo dalle voce della memoria che mi assicura che lenire i dolori delle ferite si può, rammendandomi che tutto quello che sto ricordandomi in effetti... [continua a leggere »]
Lina Viglione
Composto giovedì 18 dicembre 1997
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Lina Viglione

    La barca dei desideri

    Ci sono dei giorni che vorrei scappare, dai problemi che si presentano puntuali come un orologio svizzero.. Ma per andare dove! "
    Quando non può lottare contro il vento e il mare per seguire la sua rotta, il veliero ha due possibilità: l'andatura di cappa che lo fa andare alla deriva, e la fuga...
    [continua a leggere »]
    Lina Viglione
    Composto martedì 5 aprile 2011
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Lina Viglione

      La favola della vita

      I miei pensieri, in certi giorni sembra che organizzano i loro party privati nella mia testa, per poi ritrovarsi tutti assieme, per fondersi, e pesano nella mia testa come macigni. Ogni brutto pensiero essendo tale mi influenza e influenza le mie scelte anche per aiutarmi a decidere se ciò che... [continua a leggere »]
      Lina Viglione
      Composto sabato 18 settembre 2010
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Lina Viglione

        La favola raccontata da mamma

        Un giorno chiesi a mamma: Mamma perché noi siamo poveri e Sandra è ricca? Mi aspettavo che lei mi dicesse: Vedi Lina il papà di Sandra e più fortunato perché ha un lavoro stabile, quando anche il tuo papà lo avrà anche noi saremo bene come lei. Invece mi raccontò una storia triste e strana! Vedi... [continua a leggere »]
        Lina Viglione
        Composto lunedì 3 aprile 1995
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Lina Viglione

          La lapide di nonna Giovannina

          Sono passati cinquant'anni dalla morte di nonna Giovannina, finalmente ho potuto realizzare "il il mio sogno Quello di dedicarle una bella lapide Sai nonna! Questo mondo da quando tu lo hai lasciato, non è cambiato molto. Qui le apparenze contano ancora, ed io non volevo, che proprio tu! La mia... [continua a leggere »]
          Lina Viglione
          Composto lunedì 4 ottobre 1097
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di